/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Arredato, bagno finestrato e ski box. Posizione comoda ai servizi. Spese condominiali e IMU molto contenute. Ottimo...

Completamente ristrutturato no arredato no posto auto con deposito in cortile interno termoautonomo ideale persone...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | domenica 19 giugno 2016, 11:37

Schianto su autostrada Torino-Savona, due morti e tre feriti

Nello scontro avvenuto all'alba sono rimasti coinvolti un bus e tre auto

Incidente mortale all'alba sull'autostrada Torino-Savona, in direzione Liguria, nei pressi del casello di Carmagnola. Il bilancio è di due morti e tre feriti. Nello scontro, avvenuto poco dopo le 5:00, sono rimasti coinvolti tre auto, un furgone e un bus.

Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco, impegnate nell'operazione di recupero dei corpi, e la polizia stradale di Torino, che indaga per accertare l'esatta dinamica dell'incidente.

A perdere la vita nel terribile schianto sulla Torino-Savona, il conducente e il passeggero di un suv Audi Q5. Una delle vittime è rimasta carbonizzata nell'auto, mentre l'altra è stata scaraventata fuori dall'abitacolo e investita da un bus.

Secondo le prime ricostruzioni, il suv si sarebbe ribaltato in seguito allo scontro con un furgone. A quel punto il bus che arrivava subito dopo avrebbe investito il passeggero sbalzato sulla corsia, ma nel tentativo di evitarlo sarebbe uscito fuori strada, finendo nella scarpata che costeggia il tratto di autostrada.

Per facilitare le operazioni di soccorso e i rilievi del caso, l'autostrada A6 è stata chiusa al traffico tra Torino e Carmagnola. Le auto dirette verso la Riviera sono state dirottate sulla Statale.

 

M.R.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore