/ Economia e lavoro

Spazio Annunci della tua città

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

In casale completamente ristrutturato,nel soleggiatissimo altipiano di Saint Nicolas a 10 minuti da Courmayeur, da...

Per intrattenere i Vs. cani distogliendoli , mobili, divani, molto graditi sia per la loro consistenza , che per la...

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | martedì 03 gennaio 2017, 15:29

La leader Cgil Susanna Camusso: “I voucher? Una sorta di pizzini”

“Vanno aboliti perché così facendo si inquina il buon lavoro e si condannano milioni di giovani e lavoratori a un futuro davvero povero"

"I voucher? Una sorta di pizzini che servono a retribuire qualsiasi attività".

L’ardito sillogismo è marchiato Susanna Camusso, leader storica della Cgil mai tenera con il Governo Renzi e, meno ancora – apparentemente – con quello Gentiloni ed il suo Ministro del lavoro Giuliano Poletti.

Vanno aboliti – dice la Camusso ad Ansa – perché così facendo si inquina il buon lavoro e si condannano milioni di giovani e lavoratori a un futuro davvero povero".

I voucher sono tornati nei giorni scorsi nell’occhio del ciclone, specie dopo che la Giunta del sindaco di Torino Chiara Appendino ha deciso di ricorrereai “buoni lavoro per retribuire alcuni giovani mediatori culturali, quelli che affiancano i dipendenti agli sportelli.

Una polemica che il Comune aveva rispedito al mittente precisando come il provvedimento fosse stato adottato dalla precedente Giunta di Piero Fassino grazie ai 25.000 euro stanziati per il progetto dalla Compagnia di San Paolo.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore