/ Centro

Spazio Annunci della tua città

Per intrattenere i Vs. cani distogliendoli , mobili, divani, molto graditi sia per la loro consistenza , che per la...

- Oltre agli pneum. di serie, ha 4 gomme invern. Pirelli 195/55/R15 cerchi in acciaio (v.n. 740,00 €). Tutti gli...

Auto sempre tenuta in box - tagliandi regolari - unico proprietario - non incidentata - disponibili pneumatici...

Per le zone di Novara,Vercelli, Verbania cerchiamo Antennista Sat e Digitale terrestre. inviare curriculum a : ...

Che tempo fa

Cerca nel web

Centro | lunedì 09 gennaio 2017, 14:32

Cecilia Pini, giovane medico di Torino, in partenza con “Medici con l’Africa” per l’Angola

Specializzanda in Pediatria, 29 anni, dall’11 gennaio sarà a Chiulo, nel sud dell’Angola, dove con 220 letti l’ospedale serve un bacino di 290.000 persone, in una regione minacciata da siccità e malnutrizione

Cecilia Pini

Cecilia Pini, giovane specializzanda in Pediatria di Torino, è pronta per partire per l’Angola, dove per sei mesi lavorerà nell’ospedale di Chiulo, all’interno del progetto http://www.mediciconlafrica.org/blog/unisciti-a-noi/junior-project-officer-per-specializzandi/Junior Project Officer di Medici con l’Africa Cuamm, riservato ai medici specializzandi in Italia.

In Angola Cecilia Pini, 29 anni, attualmente in specializzazione a Pisa, a fianco di un tutor esperto si prenderà cura dei piccoli pazienti della pediatria e dell’unità malnutriti, oltre che delle neonatologia. Nell’ospedale, che conta 220 posti letto, sono stati oltre 1.100 i bambini ricoverati nel corso del 2015 e più di 18.300 quelli sottoposti alle vaccinazioni.

«È la prima volta che parto per l’Africa – racconta Cecilia Pini – ma è un desiderio che conservo da tanto tempo, perché questo continente mi ha sempre affascinato. Penso sia anche questa curiosità che mi ha spinto a fare Pediatria: una specialità che può essere molto utile in paesi in via di sviluppo, dove troppo spesso nemmeno l’accesso alle cure di base è garantito. Penso che quelli che mi aspettano saranno sei mesi molto importanti per la mia vita: voglio mettere tutto il mio impegno nel lavoro, imparare e rendermi utile il più possibile e tornare cresciuta, umanamente e professionalmente. Parto curiosa di conoscere un luogo completamente nuovo e di capire se lavorare nella cooperazione sanitaria potrà essere la mia strada, in futuro».

Nell’ospedale di Chiulo sarà attivo per i prossimi cinque anni il progetto “Prima le mamme e i bambini. 1.000 di questi giorni”, che vuole garantire l’assistenza sanitaria alle donne per tutto il corso della gravidanza, al momento del parto e per i primi due anni di vita del bambino. In una regione che deve fare i conti con una persistente siccità, che causa carenza di cibo e malnutrizione, sarà molto il lavoro che aspetta Cecilia Pini, in supporto allo staff locale, regolarmente affiancato dai medici del Cuamm.

La partenza di Cecilia Pini rinforza inoltre il rapporto tra Medici con l’Africa Cuamm e il Piemonte, dove è da tempo attivo il gruppo di appoggio Medici con l’Africa Cuamm Piemonte, che con le sue iniziative di sensibilizzazione aiuta a diffondere i valori di Medici con l’Africa Cuamm e a portare l’attenzione sul tema della salute dei più poveri in Africa. In oltre 65 anni di storia, sono più di 70 i medici e i volontari originari di questa regione partiti con il Cuamm per l’Africa.

È possibile sostenere il lavoro dei medici del Cuamm con una donazione su c/c postale 17101353 e online su www.mediciconlafrica.org; con 40 euro è possibile garantire il parto assistito a una futura mamma.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore