/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Villetta schiera fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo cottura(completo attrezzato/forno/microonde/frigo),bagno...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas impianti elettrico.

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e divano letto, bagno. Grande terrazzo panoramicissimo,...

Sardegna la caletta costa orientale 50km a sud di Olbia affitto vicino al mare confortevole appartamento piano terra massimo 6 pl, TV color, lavatrice, riserva idrica, doccia...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche su facebook (Andrea Panarese zona Savona). Acquisto anche...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 11 gennaio 2017, 14:01

“I confini del buio. Il cinema di Denis Villeneuve” al Museo Nazionale del Cinema di Torino

Da venerdì 13 a venerdì 27 gennaio al Cinema Massimo, Sala Tre

Il Museo Nazionale del Cinema presenta al Cinema Massimo, da venerdì 13 a venerdì 27 gennaio, la rassegna dal titolo “I confini del buio. Il cinema di Denis Villeneuve”. Un omaggio al regista canadese (nelle sale il suo ultimo film Arrival), che procede dal suo esordio con il surreale Un 32 août sur terre al film che lo ha lanciato nel mondo di Hollywood. Film in gran parte dedicati alla resistenza e al coraggio di donne e uomini messi a confronto con un mondo profondamente corrotto e disperato.

Regista e sceneggiatore canadese, Denis Villeneuve realizza nel 1994 il suo primo cortometraggio, REW-FFWD, girato in Giamaica. Due anni dopo partecipa al film collettivo Cosmos, presentato alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 1997, mentre esordisce alla regia di un lungometraggio nel 1998 con Un 32 août sur terre, presentato a Cannes nella sezione Un Certain Regard. Il film riceve sette candidature ai Premi Jutra e viene scelto come rappresentante del Canada per l'Oscar al miglior film straniero. Con la sua opera seconda, Maelström (2000), vince premi in molti festival internazionali e riceve la consacrazione in patria, trionfando sia ai Premi Génie (5 premi su 10 candidature) che ai Premi Jutra (8 premi su 8 candidature), vincendo in entrambi i premi per film, regia e sceneggiatura, e rappresentando nuovamente il Canada agli Oscar. Con Polytechnique (2009), presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2009, affronta per la prima volta la delicata rappresentazione di un caso di cronaca nera, conquistando 9 Premi Génie, mentre con il successivo La donna che canta (2010), presentato nelle Giornate degli Autori alla Mostra del Cinema di Venezia, si affida per la prima volta ad un testo preesistente, adattando per il cinema l'opera teatrale di Wajdi Mouawad. Torna alla regia con l'attesissimo Prisoners (2013), con Hugh Jackman e Jake Gyllenhaal, attore con cui lavorerà nuovamente per Enemy, dello stesso anno. Nel 2015 esce invece Sicario, con Benicio del Toro, Josh Brolin ed Emily Blunt, ambientato lungo il confine che separa Messico e Stati Uniti, territorio governato dai boss della droga. Il 2016 porta alla Mostra del Cinema di Venezia Arrival.

La rassegna al Cinema Massimo sarà inaugurata venerdì 13 gennaio alle ore 16.30 dalla proiezione di Un 32 août sur terre. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Calendario delle proiezioni

Ven 13, h. 16.30/Sab 14, h. 20.30

Un 32 août sur terre

(Canada 1998, 88’, 35mm, col., v.o. sott.it.)

Dopo un incidente stradale, Simone Prévost rimette in discussione tutta la sua vita. Lascia il lavoro, annulla un viaggio programmato in Italia e si mette alla ricerca del suo miglior amico Philippe, per chiedergli di darle un figlio. L’uomo accetta, ma a condizione che sia concepito nel deserto. L’esordio di Villeneuve è una storia d'amore che gioca con l'assurdo e si ispira alla Nouvelle Vague.

Ven 13, h. 18.15/Sab 14, h. 22.15

Maelström

(Canada 2000, 87’, 35mm, col., v.o. sott.it.)

Bibi sta passando un periodo difficile. Figlia di una celebrità, gestisce insieme al fratello una famosa catena d'abbigliamento, ma questi ha deciso di estrometterla dagli affari per la sua incapacità di tenere le redini dei tre negozi. Una sera, ubriaca, investe un uomo rendendosi conto dell'accaduto solo al mattino dopo.

Ven 13, h. 22.30/Sab 14, h. 16.30/Dom 15, h. 18.45

Polytechnique

(Canada 2009, 77’, Hd, b/n, v.o. sott.it.)

Basato sulle testimonianze dei sopravvissuti al dramma consumatosi all'École Polytechnique di Montréal il 6 dicembre del 1989, il film racconta i tremendi fatti di quel giorno attraverso gli occhi di Valérie e Jean-François, due studenti che videro la loro vita messa a rischio quando un estraneo si introdusse nella scuola con il proposito di uccidere quante più donne possibile.

Sab 14, h. 18.00/Dom 15, h. 16.00

La donna che canta (Incendies)

(Canada/Francia 2010, 139’, Hd, col., v.o. sott.it.)

Fratello e sorella scoprono, alla morte della madre, un tragico destino che li lega alla violenza del Medio Oriente. Si può negare il passato, oppure pedinarne le tracce a prezzo di dolorose scoperte, ma non si può evitare di fare i conti con la memoria. Un viaggio alle radici della rabbia degli sconfitti attraverso il dispiegamento della vita di una donna nel cuore di una terra senza pace.

Lun 16, h. 15.45/Mar 17, h. 17.45

Prisoners

(Usa 2013, 153’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Keller Dover è il padre di Anna, bambina di sei anni scomparsa davanti a casa sua con la sua amica. Con il passare delle ore, le indagini del detective Loki si concentrano su un certo Alex Jones, ma mancano le prove per trattenerlo in arresto, così Keller, disperato, decide allora di tentare il tutto per tutto pur di trovare le bambine.

Lun 16, h. 18.30/Lun 23, h. 18.30/Ven 27, h. 16.00

Enemy

(Canada/Spagna 2013, 91’, Hd, col., v.o. sott.it.)

Adam, insegnante divorziato, vive un'esistenza tranquilla insieme alla fidanzata Mary fino al giorno in cui, dopo aver visto un film, scopre l'esistenza di Anthony, un attore identico a lui che vive a pochi passi da casa sua con la moglie Helen. Adam comincia a seguire il suo "doppio", fino all’ossessione. Ma tutto ciò potrebbe però essere solo frutto della fantasia.

Mar 17, h. 15.30/Ven 27, h. 17.45

Sicario

(Usa 2015, 121’, DCP, col., v.o. sott.it.)

Una giovane agente dell’FBI prende parte a una operazione segreta della CIA allo scopo di catturare un boss del narcotraffico messicano. Tale operazione metterà a repentaglio le sue convinzioni più profonde e i suoi valori morali.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore