/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Luminoso, ampio e panoramico, 3° p ascensore, di soggiorno e cucinino, camera matrimoniale, bagno nuovo con doccia....

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Fronte mare e spiaggia con meravigliosa vista sul massiccio dell’ Esterel, Luglio e Agosto affitto settimanalmente...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | sabato 14 gennaio 2017, 12:27

Torino: controllo straordinario presso il campo nomadi di via Germagnano. Espulso cittadino bosniaco ed allontanato un cittadino rumeno

Nel corso del controllo, che ha portato all’identificazione di 24 persone, è stata data esecuzione ad alcuni provvedimenti della Procura della Repubblica presso il Tribunale

Personale della Polizia di Stato appartenente al Comm.to di P.S. Madonna di Campagna, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine, del V Reparto Mobile e della Polizia Municipale, Nucleo Nomadi,  ha effettuato un controllo straordinario all’interno del campo nomadi di via Germagnano.

Nel corso del controllo, che ha portato all’identificazione di 24 persone, è stata data esecuzione ad alcuni provvedimenti della Procura della Repubblica presso il Tribunale: si tratta del sequestro di 5 strutture abitative dismesse e dell’inserimento presso una comunità di un minore degli anni 14, individuato quale autore di furti di auto e di lancio di sassi in tangenziale

Gli agenti hanno, inoltre, individuato una cittadina rom di 26 anni destinataria della notifica di un ordine di carcerazione per una pena da espiare di 8 mesi di reclusione e contestuale sospensione del medesimo.

Infine, sono stati accompagnati presso l’ufficio immigrazione 2 cittadini: il primo, originario della Bosnia Erzegovina,  col permesso di soggiorno scaduto, è stato espulso con ordine del Questore; al secondo, di nazionalità rumena, è stato notificato l’allontanamento dal territorio nazionale per motivi di pubblica sicurezza.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore