/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Villetta schiera fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo cottura(completo attrezzato/forno/microonde/frigo),bagno...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas impianti elettrico.

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e divano letto, bagno. Grande terrazzo panoramicissimo,...

Sardegna la caletta costa orientale 50km a sud di Olbia affitto vicino al mare confortevole appartamento piano terra massimo 6 pl, TV color, lavatrice, riserva idrica, doccia...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche su facebook (Andrea Panarese zona Savona). Acquisto anche...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Attualità | venerdì 17 febbraio 2017, 18:58

Da Torino aiuti agli agricoltori di Norcia

Gli agricoltori torinesi della Cia hanno consegnato 200 quintali di fieno a due aziende zootecniche locali. È la terza iniziativa di solidarietà da quando il sisma ha colpito il centro Italia

Per la terza volta in pochi mesi, la solidarietà degli agricoltori di Torino raggiunge le zone colpite da sisma dello scorso 24 agosto. Questa volta è toccato a due aziende zootecniche di Norcia (PG), che oggi hanno ricevuto 200 quintali di fieno donati dagli agricoltori torinesi della Cia. Il presidente della Cia Torino, Roberto Barbero, e il direttore, Franco Amatuzzo, si sono recati questa mattina a Norcia per consegnare personalmente il carico, acquistato grazie a un colletta.

L’iniziativa, che ha raccolto 2000 euro tra 25 allevatori, è stata organizzata all’interno della campagna nazionale “Help Foraggio”, che punta a sostenere le aziende del centro Italia. Duramente provate dal terremoto e dalle pesanti nevicate invernali.

La zona di Norcia ha diverse aziende agricole a conduzione famigliare. Molti allevatori, quindi, dipendono integralmente dallo stato di salute dei loro animali e in una condizione di emergenza come quella attuale rischiano il fallimento: sfamare bovini, suini o altri capi è tanto vitale quanto economicamente insostenibile, anche perché le scorte di cibo sono state compromese dalle nevicate.

Le aziende agricole del centro Italia – ha spiegato Roberto Barbero – stanno pagando un tributo di almeno 100 milioni di euro a settimana tra danni alle coltivazioni e ai beni strumentali, perdite alla zootecnia e mancata commercializzazione dei prodotti. Le ultime nevicate hanno peggiorato una situazione già gravissima, decimando il bestiame e rendendo molto difficile l’alimentazione degli animali superstiti”.

L’iniziativa Help Foraggio – ha aggiunto Alberto Giombetti, responsabile dell’ufficio di presidenza della Cia nazionale – s’inserisce nell’ambito della mobilitazione che la Cia – Agricoltori italiani ha avviato subito dopo il terremoto, costruendo innumerevoli iniziative di solidarietà nelle zone colpite”.

E il Piemonte è tra le regioni che più ha contribuito alla solidarietà verso le zone in difficoltà, con interventi in loco, solidarietà e aiuti economici. “Abbiamo già ricevuto – ha sottolineato Pierluigi Altavilla, vice sindaco di Norcia – molti aiuti economici e pratici da diverse realtà piemontesi, inclusa la vostra Protezione Civile, che ha una propria struttura nella nostra città”.

Le iniziative promosse dagli agricoltori piemontesi, peraltro, si inseriscono in un progetto già avviato dalla Regione Umbria, come ha spiegato Valentino Valentini, capo della segreteria di presidenza umbra: “Abbiamo tra le priorità il sostegno agli allevamenti zootecnici della Valnerina, per questo siamo particolarmente grati alla Cia di Torino”.

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore