/ Attualità

Attualità | martedì 14 marzo 2017, 17:01

Testata la Panda alimentata con il biometano prodotto da Cap

La vettura del gruppo Fca percorrerà 80 mila chilometri per valutare se il biometano ha effetti sul motore

Una sperimentazione che durerà alcuni mesi, per testare come funziona una vettura calhe viaggia grazie a un carburante prodotto da reflui fognari. La nuova Panda Natural Power percorrerà 80 mila chilometri alimentata con il biometano prodotto da Cap, gestore del Servizio Idrico Integrato della Città Metropolitana di Milano

I tecnici del Centro Ricerche Fca faranno un monitoraggio per valutare se il biometano di Cap ha effetti sul motore. Le emissioni di CO2 saranno del 97% in meno rispetto a un modello a benzina. La Panda - dal 2007 l'auto a gas naturale più venduta in Europa, con oltre 300 mila esemplari prodotti - farà il pieno presso il depuratore di Gruppo Cap a Bresso-Niguarda, in provincia di Milano.

Qui sta per nascere il primo distributore italiano di biometano a km zero, con combustibile prodotto dalle acque di scarto. E la nuova Panda dirà se questo sistema di alimentazione, se questa strada è percorribile su larga scala dalle auto di serie nel prossimo futuro.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore