/ Cultura

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cultura | sabato 18 marzo 2017, 18:33

Cambio al vertice per la Filarmonica Giuseppe Verdi di Chivasso

Michele Scinica è il nuovo presidente della banda musicale nata è nata nel 1985

Cambio al vertice per la Società Filarmonica Giuseppe Verdi di Chivasso. Michele Scinica è il nuovo presidente che succede a Paolo Ravagnani, al timone dell'associazione chivassese da cinque anni. Il direttivo è anche composto da Francesco Di Chiara (vicepresidente), Maurizio Camillini e Antonino Giardina (responsabili sede e archivio), Simona Novo (segreteria), Gabriele Bonagura (tesoriere e responsabile corsi allievi), Walter Bartolucci (responsabile rapporti con le istituzioni e campus associazioni) e Alessio Novo (capo banda). Maestro della filarmonica, una delle tre presenti sul territorio chivassese, è Davide Mairone.

La Giuseppe Verdi (ex Borgo Sud Est) fu fondata il 1° agosto 1985 per iniziativa di un gruppo di amici, amanti della musica bandistica. Nacque nei locali sottostanti la Chiesa “Madonna del Santo Rosario” in corso Galileo Ferraris, messi a disposizione dall’allora parroco Don Claudio. Proprio per la sua sede era stata denominata “ Filarmonica Borgo Sud Est Chivasso”, che più di tutto voleva significare riconoscenza verso chi ne aveva accolto e favorito i primi passi.

Nasceva dalla divisione con la banda Città di Chivasso e soprattutto per la diversità di vedute sui repertori nusicali. La Filarmonica è composta attualmente da circa 30 musici, grazie anche alla stretta collaborazione con la Filarmonica di Brandizzo, che si incontrano per studiare e provare i brani di musica operistica e moderna che saranno poi eseguiti nei concerti programmati o richiesti.

Enrico Miuccio, Giuseppe Rubino, Giovanni Fede e Masino Mangiacasale sono i maestri che si sono alternati alla direzione in precedenza.

Attualmente ne è Direttore e Concertatore il maestro Davide Mairone diplomato in trombone al conservatorio di Alessandria nel 1987; ha collaborato con l’orchestra del conservatorio; ha fatto parte di formazioni cameristiche nate all’interno del conservatorio; ha collaborato con l’orchestra “Filarmonici di Torino” e con l’Accademia “Stefano Tempia” di Torino; dal 1994 collabora con l’Orchestra sinfonica eporediese prima e con l’Orchestra sinfonica della Compagnia d’opera italiana poi; ha collaborato con l’Orchestra sinfonica del Friuli Venezia-Giulia; nel 1994 fonda e dirige la Rigomagus big band di Trino (VC); ha diretto la Banda cittadina “G. Verdi” di Trino (VC), la Banda musicale “G.B. Viotti” di Fontanetto Po (VC); la Banda musicale “La Fenice” di Brusasco (TO); la Banda musicale “Don Bosco” di Saluggia (VC) .

La Società gestisce un corso di orientamento musicale gratuito destinato ad allievi ed allieve di ogni età presso la sede al Campus delle Associazioni (ex cantiere Tav) in località Baraggino.

L’impegno della Filarmonica è vario: dalle sfilate carnevalesche in Chivasso e cittadine limitrofe, ai raduni bandistici organizzati dall'Anbima, ai concerti in teatro o all’aperto in varie manifestazioni culturali e sportive.

Negli anni 2003 e 2006 la filarmonica ha partecipato a gemellaggi con bande musicali rispettivamente delle cittadine lombarde di Arese e Lainate. Nel 2013 gemellaggio con banda musicale siciliana del comune di Santo Stefano di Camastra, in provincia di Messina.

Vanta tra l’altro la partecipazione al 18° Concorso Nazionale della “Maschera d’Argento” di Abano Terme, dove vedeva per la prima volta la partecipazione di una banda musicale che con le note trionfali dell’Aida accompagnava l’esibizione e la sfilata delle maschere in concorso.

“La musica che suoniamo deve piacere a noi e anche alla gente che ci ascolta – commenta Maurizio Camillini -. Per questo motivo nel 2009, e per tre anni consecutivi, abbiamo proposto concerti con musiche da film, dai Pirati dei Caraibi a Moricone ai film Alberto Sordi, con proiezione di spezzoni di pellicola su un maxi schermo. Un'iniziativa che ha riscosso grande successo”.

La Giuseppe Verdi negli anni è cresciuta, tanto da diventare la banda ufficiale dell'Abbà, la maschera maschile del Carnevale di Chivasso. Uno dei soci, Franco Brero, ha realizzato la marcia del Coro degli Abbà, su testi scritti da Piero Boano.

L'associazione conta una cinquantina di iscritti, tra cui circa 30 musici.

“In un concerto – ci spiega il neo presidente Michele Scinica – è necessario un numero minimo di 15 orchestrali. Riusciamo in ogni momento dell'anno a garantire la nostra presenza anche grazie alla collaborazione con la filarmonica di Brandizzo, resa possibile anche perché il maestro Mairone dirige entrambe le bande”.

Oltre agli impegni “istituzionali” del 25 aprile, 2 giugno, 4 novembre (queste garantite a rotazione con la banda Città di Chivasso) e, ovviamente della festa di Chivasso in onore del santo patrono Beato Angelo Carletti, la filarmonica ha altri impegni oramai diventati fissi ed altri che ogni anno si aggiungono. Da tre anni il gruppo viene chiamato a suonare per la festa di Lemie, nelle Valli di Lanzo, nel mese di settembre. Quest'anno sarà impegnato al Sestriere a fine luglio e, probabilmente, al forte Bramafam a Bardonecchia.

Ma il pezzo forte è rappresentato dal Festivalbande, un'iniziativa ideata da Felice Comino della banda di Casalborgone, giunta alla terza edizione e sotto l'egida dell'Anbima, che nel corso degli anni ha coinvolto gruppi provenienti ormai anche dalle province di Alessandria ed Asti. Una formula semplice ma che funziona. Viene creato un calendario di concerti in cui ogni banda che aderisce al festival ospita una o più bande. Quest'anno saranno dodici i gruppi coinvolti: la Società Filarmonica Giuseppe Verdi di Chivasso, il Corpo Bandistico Acquese, la Filarmonica di Casalborgone, la Società filarmonica La Novella di Caselle, la Banda Musicale Montanarese, il Corpo Musicale “Succa Renza” di Ozegna, la Banda musicale Poirinese, la Filarmonica Brandizzo “Maestro Luigi Felice Rossi” (la più antica della zona fondata oltre 150 anni fa), la Società filarmonica Rivarolese, il Corpo filarmonico di San Mauro Torinese e la Società filarmonica Volpianese.

La “tappa” chivassese si terrà a giugno in occasione della festa del Borgo San Pietro.

“La nostra maggiore attività – tiene a sottolineare il presidente Scinica – è rivolta al corso allievi, aperto dai 7 anni in su, anche agli adulti. Puntiamo molto sui giovani e quest'anno faremo una campagna di promozione presso le scuole. E' importante che i giovani frequentino ambienti sani. Sono corsi gratuiti per cui è prevista unicamente l'iscrizione associativa annuale. Corsi che sono tenuti da Gabriele Bonagura, Leonardo Barraco e Alessandro Artico. Un grande merito della nostra crescita va rivolto al mio predecessore Paolo Ravagnani, oggi ancora attivo collaboratore e revisore dei conti insieme a Lino Cigliuti. Dopo cinque anni di presidenza ha deciso di lasciare per potersi dedicare anche all'altra sua passione, il camperismo. Grazie a lui si è rafforzata la collaborazione con gli amici di Brandizzo, guidati dalla presidente Ileana Sinistro. Gran parte delle nostre uscite sono a bande unite seppur ciascuno mantenga poi la sua autonomia. Ovviamente siamo chiamati a partecipare ad entrambe le feste di Brandizzo, la festa di San Giacomo a luglio e la festa della Zucca a ottobre”.



Flavio Giuliano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore