/ Cronaca

Secondamano.it

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e divano letto, bagno. Grande terrazzo panoramicissimo,...

Sardegna la caletta costa orientale 50km a sud di Olbia affitto vicino al mare confortevole appartamento piano terra massimo 6 pl, TV color, lavatrice, riserva idrica, doccia...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche su facebook (Andrea Panarese zona Savona). Acquisto anche...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 14 aprile 2017, 12:05

Incatenato davanti al Comune per chiedere un lavoro, Appendino lo incontra e manifesta solidarietà (FOTO)

"Inaccettabile che una persona venga lasciata a casa senza tener conto delle sue problematiche fisiche": questo il commento della pentastellata Francesca Frediani

Chiara Appendino nella mattina di oggi, venerdì 14 aprile, ha incontrato Luca Incarnato, che da ieri è incantenato davanti al Comune di Torino. L'uomo, ex letturista di una società che si occupa di gestione delle acque, ha iniziato questa protesta per chiedere "un pezzo di pane, un'occupazione qualsiasi".

"La ditta", ha proseguito, "dal 2014 ha iniziato a dismettere alcuni rami d'azienda. Nel 2013 mi sono infortunato sul lavoro e non posso più svolgere la mia mansione". L'impresa ha aperto una procedura di mobilità, a seguito della quale il 49enne rischia di trovarsi dal 30 maggio senza lavoro. Incarnato ha trascorso la giornata di ieri e la notte incatenato davanti al Comune.

Appendino lo ha incontrato questa mattina, insieme ad una delegazione composta dal capogruppo Alberto Unia, dal Presidente del Consiglio Fabio Versaci, dai consiglieri comunali del Pd Enzo Lavolta e Chiara Foglietta ed altri esponenti pentastellati. Il sindaco ha cercato di convincere Incarnato a slegarsi dalle sbarre e ha manifestato la massima solidarietà.

Sulla vicenda, questo il commento della pentastellata Francesca Frediani: "Riguardo il caso di Luca Incarnato, incatenatosi davanti a Palazzo Civico, riteniamo inaccettabile che una persona venga lasciata a casa senza tener conto, o peggio addirittura a causa, delle limitazioni fisiche che gli impediscono di svolgere alcune delle mansioni previste".

"Si tratta di un caso emblematico in cui un onesto lavoratore rischia di subire una grossa ingiustizia a causa di un sistema distorto in cui tutti hanno la propria responsabilità: Smat in primis, ma il sindacato ed una burocrazia ottusa ed opprimente. A tutti gli attori in campo, a cominciare dall'AD di Smat Paolo Romano, chiediamo un briciolo di buon senso per non rovinare la vita ad una persona che ha sempre svolto onestamente il proprio lavoro pur con una grave limitazione fisica. Una persona che ha deciso di andare fino in fondo e ha diritto ad un po' di buon senso".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore