/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Trilocale indipendente con giardino. 2 camere da letto, 1 bagno, soggiorno con cucina a vista tutta in muratura. Posto...

In ottime condizioni! Includo bauletto e 2 caschi taglia M e S. Visibile a Pinerolo. Per info contattatemi al n....

Ristrutturato grazioso e luminosissimo di circa 155mq situato al 1` Piano in condominio decoroso con n. 3 arie....

A FinalPia a pochi metri dalle spiagge, vista mare splendida, 4°p ascensore.. Ingresso, soggiorno con divano letto...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 17 aprile 2017, 07:00

Torino, una delle mete preferite del turismo pasquale

Lunghe code all'Egizio, al Museo del Cinema e alla Reggia di Venaria: è boom di tursti in questo lungo ponte. 3 su 4 non erano mai stati nella nostra città in questo periodo dell'anno

Torino si è svuotata di torinesi ma ha fatto il pieno di tursti per la Pasqua 2017. Il bel tempo, il sole, ma anche le bellezze artistiche e culturali della città hanno fatto registrare lunghe code nella giornata di ieri. E altrettante se ne prevedono oggi, per la giornata della Pasquetta.

Molti andranno a fare la classica gitarella fuori porta, per il pic nic approfittando del clima favorevole, ma lunghe code si prevedono davanti all'Egizio piuttosto che di fronte al Museo del Cinema, alla Venaria Reale come a Palazzo Reale. Un tempo Torino era la città dell'auto, adesso sono molti anni che, complici le trasformazioni portate dall'evento olimpico del 2006, si sta scoprendo la vocazione turistica della città della Mole.

I turisti arivano da diverse zone d'Italia, anche se nel nostro Paese le mete preferite restano le città d'arte, oltre a Roma e Venezia, ma la bella notizia sono quelli che arrivano da tutta Europa e persino da più lontano: francesi, svizzeri, tedeschi, ma anche tanti americani e cinesi. Si tratta soprattutto di famiglie: più della metà si ferma almeno tre notti, essecondo arrivata tra venerdì e sabato, con l'intento di rimanere fino ad oggi.

6 mila presenti all'Egizio, quasi 9 mila sabato alla Reggia di Venaria, lunghe code all'esterno di Palazzo Reale. Questi sono aLcuni degli esempi più eclatanti, come testimoniato dal fatto che solo tra il 13 e il 15 di aprile sono stati più di 3 mila i passaggi segnalati negli uffici del turismo di piazza Castello e piazza Carlo Felice. Ormai, come ha sottolineato Maurizio Montagnese, presidente di Turismo Torino e Provincia, la città è entrata a pieno titolo nei maggiori circuiti turistici nazionali e internazionali”.

Lunghe code ai musei, alberghi che sfiorano il pieno in più dell'80% dei casi, ristoranti e bar quasi tutti aperti in centro, a testimonianza del grande afflusso di visitatori. L'economia torinese sta conoscendo un autentica boom di primavera. E secondo i dati forniti da Turismo Torino, sulla base di oltre 350 questionari compilati dai visitatori, il 75 per cento dei visitatori ha detto di essere venuto per la prima volta sotto la Mole. C'è da credere che non sarà anche l'ultima.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore