/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Azienda cintura Sud Torino cerca elettricista cablatore montatore quadri elettrici industriali media e bassa tensione...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare di Rimini, frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 20 aprile 2017, 21:47

Risparmio energetico al centro della seduta III e V commissione del consiglio regionale

All'incontro hanno preso parte Ape Torino Confedilizia unitamente ad Ance-Collegio Geometri Torino-Fiaip-Agiai

Questa mattina sono state sentite in materia di risparmio energetico   nella seduta congiunta della III e V Commissione del Consiglio regionale, Ape Torino Confedilizia unitamente ad Ance-Collegio Geometri Torino-Fiaip-Agiai.

Le organizzazioni, quali rappresentanti del settore immobiliare, hanno evidenziato le criticità in materia di risparmio energetico. Un intervento, quello della Regione, necessario al fine di risolvere le difficoltà attuative poste in essere dalla norma UNI 10200.

Si è sottolineato come la Direttiva UE 27/2012, abbia invitato gli Stati membri ad un percorso virtuoso attraverso la riqualificazione degli stabili volta a “migliorare la prestazione energetica del parco immobiliare”.

In Italia si è fatto esattamente il contrario, intervenendo sull’impiantistica e non anche sull’involucro. “In questo modo non si sono salvaguardati due aspetti fondamentali - sostiene Ape Torino Confedilizia  -  l’incentivazione del contenimento dei consumi energetici e la tutela delle unità immobiliari in posizione sfavorita (piani alti, pilotis, alloggi posti a Nord)”.

Tutto questo ha alimentato, come illustrato dal Collegio Geometri e Agiai, nuovi problemi nelle assemblee di condominio. Secondo Ance non si può perdere l’occasione per far ripartire il lavoro e dare nuova vita al patrimonio immobiliare.

Per Fiaip, le locazioni e le compravendite dei piani pilotis, appartamenti esposti a nord e piani alti, sono fortemente penalizzati, in quanto le spese di riscaldamento sono addirittura triplicate.

La Regione Piemonte da sempre attenta ai problemi dell’ambiente e la prima ad adottare le misure inerenti il risparmio energetico, si è dimostrata attraverso le Commissioni, particolarmente sensibile alle criticità espresse dalle Associazioni e dai Collegi auditi.

I temi in gioco sono molteplici, dall’ambiente alla qualità dell’aria, dalla tutela del patrimonio “casa” ad un nuovo impulso del mercato immobiliare anche attraverso la riqualificazione. Un quadro normativo, quello attuale, che va rivisto al più presto.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore