/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Azienda cintura Sud Torino cerca elettricista cablatore montatore quadri elettrici industriali media e bassa tensione...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare di Rimini, frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 20 aprile 2017, 21:27

Lauriano in lutto per la terribile morte di Milena Matta Battaglia

Era volontaria del comitato locale della Croce Rossa, lascia il marito e due figlie

E' stata volontaria della Croce Rossa di Lauriano per molti anni, Milena Matta Battaglia, la donna morta nel pomeriggio di oggi a causa di un terribile incidente. Ex dipendente dell'Asl di Chivasso, lascia il marito, dipendente della Luxottica, e due figlie la 59enne residente in frazione Piazzo, a Lauriano. Recentemente aveva aperto una trattoria proprio in frazione Piazzo, che aveva lasciato per prendersi cura della mamma 95enne. Stava tornando a casa da Torino, dove si era recata per cure dentarie. Milena era a bordo della sua Fiat Doblò e stava percorrendo il rettilineo che conduce verso il ponte sul Po, a Chivasso, quando, per cause ancora da accertare, si andava a schiantare contro la parte anteriore sinistra di un autobus della Gtt fuori servizio che stava rientrando in deposito e procedeva nella corsia opposta. L'urto, a giudicare dai danni riportati dal bus, è stato piuttosto violento e la Doblò sulla quale viaggiava Milena Matta terminava la sua corsa nella scarpata che costeggia la carreggiata che, sfortunatamente, in quel tratto non è provvista di guardrail. Vani sono stati i tentativi di salvare la donna, estratta ancora viva dalle lamiere contorte del mezzo.

Flavio Giuliano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore