/ Cronaca

Secondamano.it

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e divano letto, bagno. Grande terrazzo panoramicissimo,...

Sardegna la caletta costa orientale 50km a sud di Olbia affitto vicino al mare confortevole appartamento piano terra massimo 6 pl, TV color, lavatrice, riserva idrica, doccia...

Mi chiamo Andrea Panarese e sono un libraio antiquario. Acquisto libri antichi in Liguria e dintorni. Mi trovate anche su facebook (Andrea Panarese zona Savona). Acquisto anche...

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 20 aprile 2017, 19:41

Torino si mobilita per Gabriele Del Grande (VIDEO)

Manifestazione in piazza Palazzo di Città per chiedere la liberazione del giornalista italiano rinchiuso da giorni in un carcere turco. Esposto uno striscione dal balcone della sindaca Appendino

Alle 18 di oggi, giovedì 20 aprile, in piazza Palazzo di Città la cittadinanza si è unita in una manifestazione per chiedere il rilascio di Gabriele del Grande, giornalista e documentarista rinchiuso in un carcere turco da una decina di giorni.

La prima telefonata gli è stata concessa solo dopo 9 giorni. Lo stesso giornalista, salito agli onori della cronaca per il documentario "Io sto con la sposa", ha affermato di trovarsi a Muğla, sulle coste della Turchia, e che inizierà uno sciopero della fame affinché vengano rispettati i suoi diritti, sino ad ora venuti meno. Del Grande si trovava in Turchia dal 7 aprile per realizzare una serie di interviste a profughi siriani per il suo ultimo libro "Un partigiano mi disse", opera sulla guerra siriana e sulla nascita dello Stato Islamico.

Esposto un grande striscione con la scritta "Gabriele Del Grande Libero!", affiancato da una immagine del giornalista e l'hastag #IoStoConGabriele. Il tutto fa bella mostra dal balcone della sindaca Appendino, mentre sotto gli uffici del comune si sono radunate un centinaio di persone. Il presidio è stato indetto parallelamente a quello di altre città italiane.

Federica Cucci

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore