/ Attualità

Attualità | 29 aprile 2017, 16:19

Dopo 41 anni va in pensione il Questore Longo:"Negli anni '70 Torino era violenta"

"Abbiamo gestito più di 40 omicidi l’anno, rapine cruente, prostituzione. Nel ’76 il capoluogo piemontese era eversiva, era uno dei vertici del triangolo del terrorismo. Ogni notte c’era l’esplosione di un ordigno e la sera non si usciva, c’era il coprifuoco.”

Dopo 41 anni va in pensione il Questore Longo:"Negli anni '70 Torino era violenta"

Era violenta la Torino degli anni ’70, dove accanto alla criminalità organizzata era presente una grossa componente eversiva giovanile. A tratteggiare questo scenario è il questore Salvatore Longo, che dopo due anni lascia la Questura di Torino e va in pensione.

Catanese, aveva iniziato la sua carriera nella Polizia nel 1976 nel capoluogo sabaudo. Ha ricoperto diversi incarichi nella Squadra Mobile, come dirigente delle sezioni “Catturandi”, “Narcotici”, “Omicidi e Criminalità Organizzata”.

“Sono contento di chiudere la mia carriera qui”, ha commentato Longo, “dove ho iniziato 41 anni fa. Sono stato affiancato da collaboratori eccellente: la squadra è infatti molto importante, perché una persona da sola non può svolgere da sola al meglio tutti i compiti”. “Il nostro lavoro è totalizzante, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno. Raggiungo la pensione con serenità e la affronto con serenità”.

“Quanto sono arrivato a Torino”, ha proseguito il Questore, “era molto diversa. Abbiamo gestito più di 40 omicidi l’anno, rapine cruente, prostituzione. Nel ’76 il capoluogo piemontese era eversiva, era uno dei vertici del triangolo del terrorismo. Ogni notte c’era l’esplosione di un ordigno e la sera non si usciva, c’era il coprifuoco.”

“Poi c’è stata la riqualificazione e Torino è cambiata molto, ha scoperto questa nuova vocazione turistica, culturale e sportiva. Io ho collaborato sempre bene con le diverse amministrazioni”, ha concluso Longo, che è stato anche questore a Bergamo, Ferrara, Parma e Catania.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium