/ Attualità

Attualità | 29 aprile 2017, 07:00

Torino, da maggio "bip" obbligatorio su autobus e tram Gtt

L'obiettivo è far parlare una rete che altrimenti rimarebbe "muta"

Torino, da maggio "bip" obbligatorio su autobus e tram Gtt

Da maggio anche gli abbonati saranno obbligati a validare la tessera sui bus e tram di Torino. "All'inizio non sarà facile."- aveva commentato l'assessore ai trasporti Maria  Lapietra durante il lancio della campagna promozionale, - "La nuova abitudine, oltre ad eliminare il più possibile l'evasione, aiuterà il Comune a ristrutturare il sistema di trasporto". "I dati", ha proseguito, "saranno finalmente liberi e reali: sarà possibile capire quali sono le fermate più congestionate, così quanto sia frequentata una linea". Un modo per far parlare una rete, che altrimenti rimarrebbe "muta".

Attualmente sono 850 mila gli abbonati, per un guadagno di circa 100 milioni di euro per GTT. Ad inizio aprile, a due mesi dall’avvio della campagna di comunicazione “Allenati a bippare”, i dati delle bippature risultavano in crescita. Nel mese di marzo ci sono state circa 2 milioni 400 mila validazioni (abbonamenti e carnet) mentre a gennaio (prima dell’inizio della campagna) erano state circa 1 milione. Un aumento del 140%.

Il 31% delle bippature è stato effettuato sulle linee tram (3, 4, 6, 9, 10, 13, 15, 16) e il 18% sulla linee bus di forza (2, 5, 11, 18, 36, 55, 62, 68). Il restante 51% si distribuisce sulle restanti linee bus.

Le linee 4, 15, 10, 13, 56 e 2 sono quelle più bippate. Le fermate con il maggior numero di validazioni sono quelle di piazza Castello, piazza XVIII Dicembre, via San Tommaso angolo via Santa Teresa, via Po angolo via Sant’Ottavio e Porta Nuova.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium