/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Grazioso dotato di ogni comfort, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, seconda camera con letto a...

Appartamento trilocale mansardato, ristrutturato completamente, due balconi due lucernari grandi, in zona tranquilla...

Esperto cambio stampi su presse a iniezione stampaggio materie plastiche

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 26 maggio 2017, 07:15

Erba alta a Torino, è scontro tra Appendino e Circoscrizioni

Cerrato della 4:"L'appalto è scaduto il 31 dicembre 2016 e non il mese scorso. La gara sugli otto lotti è stata indetta a novembre 2016, essendo sopra soglia e i tempi sono ben più lunghi di un mese”

L’erba alta di Torino divide Circoscrizioni e Appendino. Negli scorsi giorni i presidenti delle 8 Circoscrizioni sabaude hanno denunciato pubblicamente l’incuria in cui versano molti parchi e giardini cittadini.

 “Il mese scorso”, commenta Chiara Appendino, “è scaduto l’appalto per gli sfalci del verde e abbiamo subito provveduto a indire una nuova gara. Purtroppo individuare i fondi necessari non è stato immediato ma alla fine ne siamo venuti a capo”. A partire da lunedì infatti i giardinieri saranno incaricati di procedere alla potatura di arbusti e allo sfalcio di aiuole, controviali, rotonde e giardini pubblici, in tutti territori delle otto Circoscrizioni.

Precisazioni che non hanno convinto il Presidente della Circoscrizione 4 Claudio Cerrato:”L'appalto è scaduto il 31 dicembre 2016 e non il mese scorso. La gara sugli otto lotti è stata indetta a novembre 2016, essendo sopra soglia e  i tempi sono ben più lunghi di un mese”. Una scelta, quest’ultima, fatta con la speranza che non venissero tagliati del 25% i fondi delle Circoscrizioni e poter effettuare così quattro tagli.
“Il ritardo di questi ultimi giorni nella partenza”, prosegue Cerrato, “ è da imputarsi alla scelta di finanziarla con gli oneri di urbanizzazione, che come devono essere incassati e poi anche destinati”. “I fondi sono stati sbloccati, ma bastano solo per fare il primo sfalcio”, conclude il Presidente della 4.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore