/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | sabato 24 giugno 2017, 17:20

Torino, dalla pasticceria in carcere nasce il Dolce di San Giovanni

Presentato questa mattina: i proventi saranno devoluti a sostegno delle associazioni che si occupano dei detenuti e dei bambini vittime di violenze o in difficoltà

Dal dolore nasce il Dolce di San Giovanni. Il Santo Patrono di Torino quest’anno vede un’importante novità. I ragazzi del carcere minorile sabaudo Ferrante Aporti hanno infatti realizzato il Dolce di San Giovanni, che è stato presentato ufficialmente questa mattina alla messa in Duomo. A forma di mezzaluna, ripieno di marmellata di ciliegie, nocciole, mandorle e amarene, la ricetta per prepararlo è segreta.

“All’interno dell’istituto”, spiega uno dei promotori dell’iniziativa, “abbiamo un laboratorio di arte bianca gestito da Forcoop. Un’iniziativa resa possibile grazie ai percorsi professionali avviati insieme alla Regione”.

Tra di loro anche M., di origine egiziana, che questa mattina era davanti al Duomo per far assaggiare la novità dolciaria:”Io ho sempre cucinato, anche a casa. Mi piacerebbe lavorare in questo settore”.

I proventi ottenuti dalla vendita saranno devoluti a sostegno delle associazioni che si occupano dei detenuti e dei bambini vittime di violenze o in difficoltà.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore