/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Trilocale indipendente con giardino. 2 camere da letto, 1 bagno, soggiorno con cucina a vista tutta in muratura. Posto...

In ottime condizioni! Includo bauletto e 2 caschi taglia M e S. Visibile a Pinerolo. Per info contattatemi al n....

Ristrutturato grazioso e luminosissimo di circa 155mq situato al 1` Piano in condominio decoroso con n. 3 arie....

A FinalPia a pochi metri dalle spiagge, vista mare splendida, 4°p ascensore.. Ingresso, soggiorno con divano letto...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 12 luglio 2017, 13:57

A Torino li fanno anche i robot i cocktail più buoni (VIDEO)

Il primo bar robotico, nato dalla start-up tutta torinese Makr Shakr figlia dello studio di architettura e design Carlo Ratti Associati, fa ritorno nella sua città natale

Il primo bar robotico, nato dalla start-up tutta torinese Makr Shakr figlia dello studio di architettura e design Carlo Ratti Associati, fa ritorno nella sua città natale, Torino.

Il progetto nasce quattro anni fa, quando Google chiede a Carlo Ratti di inventare un prodotto per l'entertainment. Il professore del MIT e co-fondatore di Makr Shakr, realizza il bar robotico:"che esplora le nuove dinamiche della creazione e del consumo sociale - "design, male, enjoy"- consentendo agli utenti di progettare le proprie creazioni mentre le braccia robotiche trasformano questi progetti in realtà".

I torinesi avranno così la possibilità di gustare i cocktail "robotici" sabato 22 luglio dalle 18 alle 23 in piazza Vittorio Veneto. Gli utenti possono inventare e ordinare, attraverso una app, un numero quasi illimitato di combinazioni di cocktail, poi shakerati da due bracci robotici, i cui movimenti sono inspirati a quelli di un vero bartender e modellati su quelli del ballerino italiano Marco Pelle del New York Theatre Ballet.

"Le tecnologie della fabbrica", ha commentato l'assessore all'Innovazione Paola Pisano, "escono da un contesto standard per venire applicate ad un nuovo: la Città. L'innovazione per noi è sviluppo di progetti per raggiungere l'inclusione, la partecipazione, la sicurezza e il rispetto dell'ambiente".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore