/ Sport

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | domenica 16 luglio 2017, 16:00

Skyrunning: a Ceresole un trionfo di pubblico e vittoria nepalese (FOTO)

Attimi di tensione per un malore che ha colto uno dei partecipanti a causa dello sforzo in quota: è stato necessario l'intervento di un'ambulanza per soccorrerlo

Successo di pubblico e splendida giornata di sole per il Campionato Mondiale di Skyrunning che si è disputato oggi a Ceresole Reale, nel territorio del Parco del Gran Paradiso.
Un appuntamento che ha richiamato atleti e appassionati da tutto il mondo e che ha portato la provincia di Torino al centro dell'attenzione globale tra gli appassionati di questa particolare quanto impegnativa disciplina sportiva.
La vittoria è andata a un atleta arrivato addirittura dal Nepal (abituato dunque a sforzi di questo genere a quote elevate), ma ci sono stati anche momenti di paura e di tensione, visto che è stato necessario l'intervento di un'ambulanza visto che uno dei partecipanti si è sentito male proprio per la difficoltà a portare a termine questo tipo di prestazione fisica a un'altezza così elevata.

Presente anche l’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris, che all'arrivo ha commentato: “Questa competizione ha reso queste splendide montagne una cornice perfetta per una festa di grande agonismo. La Royal Ultra Sky Marathon contribuisce a far conoscere e apprezzare la fitta rete di sentieri nello scenario del Gran Paradiso, permettendo a sportivi e appassionati di vivere l’incontaminata natura selvaggia che regna nel primo Parco Nazionale d’Italia. Sono molto contento per il quinto posto femminile conquistato dalla nostra guardiaparco Raffaella Miravalle, migliore nel circuito nazionale, che ha dimostrato talento, passione e amore per queste montagne; grande performance di atleti stranieri, un nepalese primo nel maschile e una spagnola prima nel femminile, molto preparati a queste fatiche".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore