/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Per le zone di Novara,Vercelli, Verbania cerchiamo Antennista Sat e Digitale terrestre. inviare curriculum a : ...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

125 mq (65 piano terra + soppalco) nella bellissima e prestigiosa piazza nel cuore del centro storico di Moncalieri.

Vendesi urgentemente causa trasferimento all`estero Euro 4, unico proprietario, cinghia sostituita nel 2016, gomme...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 17 luglio 2017, 09:56

Imbrattano con un pennarello un treno: nei guai tre ragazzi valsusini

Hanno sporcato un sedile, un finestrino e un contenitore di rifiuti

Nelle ultime settimane, sono stati rafforzati i servizi Polfer sulle tratte Torino-Bardonecchia e Torino-Susa poiché sono stati registrati nuovi episodi di danneggiamento a bordo treno e in stazione. In alcuni casi, la Polizia è intervenuta per intemperanze all’atto del controllo dei biglietti.

In ultimo, nel pomeriggio del 12 Luglio u.s. il personale del Settore Operativo di Torino Porta Nuova ha denunciato tre ragazzi, tra cui un minore, per imbrattamento all’interno di una vettura del treno Regionale 4329.

Sono le 17.00 circa, quando il Capotreno del Regionale proveniente da Susa e diretto a Torino, segnala al Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle D’Aosta la presenza a bordo di alcuni ragazzi che, in momenti diversi, avevano imbrattato il materiale ferroviario.

Gli Operatori del Settore Operativo di Porta Nuova si portano al binario di arrivo del treno in stazione e individuano i ragazzi autori dell’imbrattamento, mentre sono ancora seduti nell’ultima vettura di coda. Viene subito rilevato l’imbrattamento di un sedile, di un finestrino e di un contenitore per i rifiuti, posti nella vettura di coda del treno. Le scritte risultano effettuate con un pennarello blu.

Accompagnati presso gli Uffici della Polfer i tre ragazzi, un diciannovenne italiano, un ventenne marocchino ed un minore italiano di 17 anni, residenti a Sant’Ambrogio di Susa e Sant’Antonino di Susa, sono stati  identificati.

I tre ragazzi sono stati, pertanto, deferiti in stato di libertà all’ Autorità Giudiziaria per danneggiamento in concorso tra loro ed il pennarello indelebile, consegnato dal minorenne, sequestrato.

Il minore viene riaffidato alla madre in serata.  

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore