/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

Fittasi bilocali 2+2 settimana di carnevale al Villaggio Olimpico

Mansardato di 105 mq al 2° piano di villa privata in contesto elegante e famigliare, composto di ampio soggiorno con...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | lunedì 17 luglio 2017, 07:00

Experimenta: la Regione cerca alleati nel mondo del privato

A pochi giorni dall'apertura di "Muoversi con leggerezza", presso il Museo dell'Auto, parte il bando per realizzare per tre anni una mostra all'anno secondo i canoni della divulgazione scientifica

Experimenta guarda al futuro, ma soprattutto cerca un aiuto che possa creare un collegamento tra pubblico e privato.
Il rilancio delle attività dello storico marchio della Regione Piemonte che dal 1985 si occupa di mostre scientifiche interattive, passa appunto attraverso la collaborazione tra pubblico e privato. E a pochi giorni dall’apertura dell’esposizione “Muoversi con leggerezza”, curata da Experimenta presso il Museo dell’Automobile di Torino, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo ha pubblicato un avviso per l’individuazione di operatori da invitare alla procedura negoziata per realizzare, per tre anni, una mostra all’anno secondo i canoni e le caratteristiche che hanno caratterizzato le esposizioni del format di divulgazione scientifica.

“Experimenta rappresenta un importante patrimonio, sia per la il nostro territorio sia nel campo della divulgazione scientifica, che intendiamo valorizzare grazie a una partnership con operatori privati – dichiara Antonella Parigi, assessora alla cultura e al turismo della Regione Piemonte. In questo caso il nostro obiettivo è il rilancio delle attività, che siano pratiche, emozionali, accessibili, come nella tradizione di Experimenta, per diffondere la cultura della scienza a partire dai più giovani”.

Tra i requisiti richiesti, lo svolgimento degli eventi in Piemonte, la realizzazione di exhibit particolarmente innovativi, e la definizione di attività rivolte alle scuole.  Per rafforzare la collaborazione con il futuro partner, inoltre, la Regione Piemonte contribuirà direttamente alla realizzazione di una parte degli allestimenti, negli spazi messi a disposizione per le esposizioni, per valorizzare l’importante esperienza di divulgazione scientifica interattiva e il patrimonio di allestimenti dell’assessorato.

Il co-finanziamento complessivo previsto della Regione, a scalare su tre anni, è pari a 200mila euro (110mila euro per il primo anno e 90mila euro per il secondo anno), a fronte del quale è richiesto un impegno economico minimo equivalente da parte del partner privato.

L’avviso è consultabile sul sito web della Regione Piemonte nella sezione ”Amministrazione trasparente”.

m.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore