/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Completamente ristrutturato no arredato no posto auto con deposito in cortile interno termoautonomo ideale persone...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

in Sardegna, Isola di Sant`Antioco, la proprietà si compone di quattro edifici, casa principale, dependance, casetta...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | sabato 12 agosto 2017, 13:52

Ruffino (FI): "Pane fresco: la Regione si impegni per tutelarlo e valorizzarlo"

"Il recente caso delle uova tossiche sottolinea l'urgenza di interventi sulla tracciabilita, sulla qualità e la difesa dei prodotti alimentari".

"Il recente caso delle uova tossiche sottolinea l'urgenza di interventi sulla tracciabilita, sulla qualità e la tutela dei prodotti alimentari. Uno di questi e' senza dubbio il pane fresco, sul quale le istituzioni devono dare un segnale di presenza e di impegno".
E' quanto sostiene Daniela Ruffino (Forza Italia), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte che aggiunge: "Il pane è l'alimento per eccellenza, sinonimo di cibo e frutto del lavoro di abili artigiani. E' un prodotto che qui in Piemonte rappresenta tradizione e patrimonio del territorio. Spetta soprattutto alla Regione tutelarlo, promuoverlo e valorizzarlo, insieme con le altre eccellenze alimentari regionali, eccellenze della nostra produzione e risorse per l'economia".

"Anche il patron di Slow Food e del Salone del Gusto, Carlin Petrini, sostiene che di fronte ai cibi a rischio ci troviamo impreparati. Chiedo dunque ad incominciare dal  pane, - osserva la vicepresidente - interventi per la valorizzazione dei prodotti e per la tutela dei consumatori. Al  momento della vendita del pane  sia indicata l'origine del primo impasto che, per i panificatori, rappresenta la materia prima. Questa sarebbe  una garanzia per tutti".

"Da parte mia, in più occasioni ho sollecitato attraverso interventi e ordini del giorno in aula la necessità di un confronto con l'Unione Europea sulle norme e sulle azioni da intraprendere. Ma mi pare che dalla Giunta regionale - conclude Ruffino -   il silenzio sia l'unica risposta. I prodotti di qualità sono certamente uno dei motivi di rilancio economico e sociale anche in chiave occupazionale e turistica del Piemonte. Se la Regione è presente lo dimostri con i fatti".

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore