/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 18 agosto 2017, 18:00

Il ministro Delrio a Torino annuncia il via libera all'Asti-Cuneo

Nel corso della conferenza stampa si è parlato anche di Tav e della metropolitana

Via libera all'Asti-Cuneo dopo anni di stasi. Lo ha annunciato il ministro Graziano Delrio oggi pomeriggio a Torino, durante una conferenza stampa in Regione insieme al presidente Sergio Chiamparino.

"Il dossier Asti-Cuneo è storico ma ormai è un problema risolto - ha premesso Delrio - alcuni dicono che ci sono 27 anni di ritardo, noi abbiamo lavorato con l'Unione europea perché bisognava revisionare il progetto che aveva dei problemi di over design, di sovra-strutturazione economico finanziaria e architettonica. Abbiamo ragionato su come trovare una soluzione sostenibile - ha proseguito - a Cuneo abbiamo presentato tre ipotesi, mantenimento della galleria di Verduno, esecuzione della stessa a singola canna e mantenimento della variante  ma con l'esterna della galleria, ipotesi questa più sostenibile e alla fine con le popolazioni abbiamo scelto questa terza via".

"Abbiamo iniziato a lavorarci - ha spiegato il ministro - e aperto un piano, si può cominciare con il cantiere e sulla parte nuova ci saranno indagini geognostiche e valutazioni di impatto ambientale. Manderemo a fine mese documenti a Bruxelles ed entro 2017 sarà conclusa la pratica formale, ma i cantieri possono già iniziare nel frattempo".

"L'opera porterà beneficio al sistema autostradale piemontese", ha aggiunto Delrio,che poi ha precisato che l'opera prevede una "variante esterna di sette chilometri, 4 o 5 restano uguali e una parte va in variante. L'accordo con l'Europa è che verranno stanziati 500 milioni di euro, 320 sull' Asti Cuneo e 180 milioni sull'A4. Il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha dichiarato: "Con un sistema complesso procedurale e l’accordo dell’Ue, si è giunti alla fine alla Asti-Cuneo, entro l’anno saremo in grado di mettere i sigilli su un’intesa che permetterà di completare l’opera e questo rivoluzionerà l’intero sistema autostradale piemontese".

Nel corso della conferenza stampa Delrio e Chiamaprino hanno parlato anche di Tav e della metropolitana di Torino.

(seguiranno aggiornamenti)

Elisa Sola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore