/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 14 settembre 2017, 07:20

Blitz nella notte del Blocco Studentesco: striscione "boccia" il ministro Fedeli

Il movimento giovanile accusa l'operato del dicastero alla luce dei dati sull'abbandono scolastico, che ci vede dietro la lavagna in Europa

"Studente italiano segui la linea Fedeli: abbandona gli studi!" Questo il testo dello striscione attacato nella notte a Torino dal movimento del fulmine cerchiato, con i quali il Blocco Studentesco si congratula con il Ministro Fedeli per il suo primo grande successo: secondo i dati Eurostat, infatti, in Italia ben il 14% dei ragazzi di età compresa tra 18 e 24 anni decidono di non conseguire neanche un diploma secondario.

"Tra le peggiori in Europa secondo questa statistica, il merito - inizia la nota del movimento - risiede tutto nell'esempio del nostro neo ministro che con il suo esempio ha tracciato la migliore linea da seguire per gli studenti italiani. Nessuna seria battaglia - continua la nota - è stata iniziata per la lotta alla dispersione scolastica, ed i nostri risultati sono lontani dal raggiungere gli obiettivi prefissati a livello europeo entro il 2020. Se a ciò si aggiunge che, sempre secondo l'Eurostat, solo il 53% di chi ha conseguito una laurea riesce a trovare un'occupazione dopo 3 anni dall'ottenimento, il quadro è tutt'altro che roseo. Una classe politica imbambolata - chiude la nota - non capace di
assumersi nuove responsabilità mantenendo le linee guida dei precedenti esecutivi, un attacco continuo all'idea di un'istruzione pubblica e fortemente meritocratica sempre più scollegata dal contesto lavorativo, ed uno sradicamento identitario come unico obiettivo politico di certi ministri, rappresentano le grandi problematiche per cui il Blocco Studentesco si batterà in tutta Italia".

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore