/ Scuola e lavoro

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e lavoro | giovedì 14 settembre 2017, 14:08

Scuola, via al Fondo di finanziamento ordinario: incentivi per le università con alunni nella "no-tax area"

UniTo riceverà 1.736.580 euro, il Politecnico riceverà 1.396.311 euro

Più di 6,5 miliari di euro: questo è il valore complessivo dei finanziamenti sbloccati ieri (mercoledì 13 settembre) dal Ministero dell'Istruzione a favore delle università italiane, un dato superiore di più di 60 milioni a quello dell'anno passato.

Al via quindi la gara tra tutti gli atenei italiani, grandi e piccoli, per accaparrarsi il denaro messo a disposizione dal governo, che verrà assegnato in base a una particolare graduatoria fondata sull'analisi di criteri specifici che, unitamente, valutano numericamente i progressi annuali di ciascun ateneo: di base, come riportato anche da Repubblica, una parte dei fondi sono stati destinati di default alle università del sud e del centro.

I due atenei torinesi, Università degli Studi e Politecnico, non figurano né tra le università che crescono nel numero di finanziamenti, né tra quelle che calano.

Importante novità di questa nuova "mandata" di finanziamenti è la quota riservata dal Ministero agli studenti appartenenti alla "no-tax area", ovvero quelli provenienti da una famiglia con Isee inferiore ai 13 mila euro. In totale, questa fetta raggiunge i 55 milioni di euro, ovviamente divisi tra i diversi atenei.

Le università del nord Italia si dovranno spartire poco più di 20 milioni di euro (valore superiore a quello dedicato alle scuole del centro, ma nettamente inferiore rispetto a quello delle università del sud); di questi, UniTo riceverà 1.736.580 euro, avendo 5.390 studenti esonerati dal pagamento della retta universitaria (circa il 3,35%, nell'anno scolastico 2016/2017), mentre il Politecnico riceverà 1.396.311 euro per i suoi 3627 studenti esonerati (2,25%).

Simone Giraudi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore