/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Affittasi estate mare appartamento da 10 posti letto idoneo per più famiglie a prezzo conveniente a Rossano con posto...

Last Minute! Fronte mare in residence 2 piani 6 posti 1piano:soggiorno(divano letto due posti),cucinino con angolo...

Capannone industriale - 600 mq. Fabbricato su 2 piani con montacarico uffici - spogliatoi - cortile - riscaldamento gas...

Villetta con 5 posti letto: camera matrimoniale, cameretta con due letti singoli, ampio soggiorno con cucina a vista e...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | domenica 24 settembre 2017, 18:57

Muore a 22 anni per un malore. La ragazza era a casa di un amico

Si è sentita male ed è morta in pochi minuti. Nel suo corpo non ci sono tracce di droga o di violenze. Sarà l'autopsia a spiegare le cause del decesso

Era con il fidanzato a casa di un amico, a Chivasso, quando, già pallidissima, si è sentita male ed è andata in bagno. Da lì non è più tornata. I due ragazzi l'hanno infatti ritrovata a terra, sul pavimento, senza vita.

È successo ieri sera, sabato 23 settembre. La vittima della morte improvvisa, apparentemente immotivata, è una ragazza di soli 22 anni, Jessica, di Villanova d’Asti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, mentre la procura di Ivrea ha subito aperto un’inchiesta, disponendo l’autopsia sul corpo della giovane. Non è infatti bastato il pronto intervento dei sanitari del 118, arrivati in pochi minuti: i soccorritori hanno tentato a lungo di rianimarla, ma non c’è stato nulla da fare. Dai primi riscontri, nel corpo della ragazza non ci sarebbero tracce di lesioni, né di droghe. La salma è stata portata all’ospedale di Chivasso. Toccherà l’autopsia a stabilire le cause del decesso.

Jessica e il fidanzato, un 23enne, si trovavano a Chivasso per partecipare al moto raduno organizzato dal Bisko Moto Club Stefano Doria, che ha immediatamente sospeso i festeggiamenti in programma.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore