/ Cultura

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Disponiamo di cuccioli neri, arlecchino e merle nel nostro allevamento riconosciuto enci fci dosso degli ulivi. i...

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura | mercoledì 11 ottobre 2017, 11:30

Mirafiori dai mille colori: i graffiti di Murarte illuminano le pareti del Cpg

Il progetto comunale per la diffusione della street art nelle aree degradate ha portato gli artisti nella periferia sud. Ecco il risultato.

6Da qualche giorno un pezzetto di Mirafiori sud brilla di colori sgargianti alla luce del sole. I muri esterni del Cpg in strada delle Cacce sono stati “assaltati” dalla foga creativa dei writers di Murarte, il progetto comunale che permette di riabilitare aree degradate grazie al contributo di giovani artisti torinesi.

In occasione dell'open day di Mirafiori On Air, di cui abbiamo parlato in un recente articolo, dalle prime ore di venerdì 6 ottobre ragazzi di tutte le età si sono ritrovati per abbellire uno dei luoghi storici dell'aggregazione giovanile del quartiere. Il perimetro esterno, da spoglio qual era, ha ripreso vigore sotto l'incessante lavorio di tinteggiatura, disegni e bombolette spray. All'ingresso, il simbolo del Cpg, il tram 4 con le ali, e, accanto, un altro oggetto presente nell'immaginario collettivo di tutti i torinesi: il cassonetto verde, uno di quelli che, con la diffusione della raccolta differenziata porta a porta, sono presto destinati a sparire.

Ruben Marchisio e Bernardo Scursatone, responsabili delle associazioni Monkeys Evolution e Il Cerchio e Le Gocce, hanno aperto la jam session a tutti i graffitari più o meno esperti che volessero cimentarsi con questa nuova “missione” della street art. “A Mirafiori abbiamo spesso avuto difficoltà nel trovare muri pubblici da utilizzare”, spiegano, “ma l'opera di oggi contribuisce sicuramente ad abbellire un luogo importante, sempre ricco di eventi e iniziative”.

Nel corso del pomeriggio l'artista WOK ha tenuto un workshop dedicato a chiunque volesse apprendere le tecniche base di graffiti. E, tra gli altri partecipanti, anche Frenky Abrams, di San Salvario, che disegna da circa vent'anni. Ha iniziato a collaborare con Murarte nel 2003 nella Hall of Fame di via Braccini, ma sono tanti i progetti portati avanti nel corso del tempo. E lo splendido “Marinaio”, che adesso si può ammirare sull'ultimo tratto di muro che precede la porta d'accesso al Cpg, di certo dimostra il valore estetico della street art e l'importanza di un suo riconoscimento sociale. Perché se, da una parte, è ancora troppo diffusa la concezione dei disegni su muro come fenomeno di delinquenza – non distinguendoli dagli atti vandalici veri e propri – dall'altra continua imperterrita la battaglia dei writers per la piena affermazione della loro potenza comunicativa.

E non a caso questo è un periodo particolarmente proficuo per gli artisti di Murarte. Domenica è stato realizzato un nuovo murales in via Isonzo per il progetto Info Always On del Comune di Torino, in favore del miglioramento della comunicazione pubblica per i giovani. A sorpresa, la visita dell'assessore alle politiche giovanili Marco Giusta, che si è complimentato per il lavoro svolto.

Seguiranno altri appuntamenti nel weekend. Torna “We Love Enak”, un evento per ricordare Alessandro Bianco, giovane artista torinese mancato nel 2007; per il decennale della sua scompara verrà dipinta una parete lungo i muri del cavalcavia di corso Bramante.

Con l'evoluzione di Murarte, sempre più volta all'integrazione sociale e alla riqualifica in veste artistica, si può dire insomma che Torino stia riuscendo a rinnovarsi ogni giorno, svecchiandosi da quel grigiore che l'ha avvolta per troppo tempo.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore