/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | 11 ottobre 2017, 15:45

Camera con Vista, il progetto di crowdfunding “Adotta un ciabòt” vince la prima edizione del premio

Il concorso diventa anche una mostra, dal 12 al 22 ottobre in piazza Carlo Alberto a Torino

Camera con Vista, il progetto di crowdfunding “Adotta un ciabòt” vince la prima edizione del premio

Una piattaforma di crowdfunding per riqualificare i “ciabòt”, piccoli fabbricati caratteristici dei vigneti piemontesi, a fini turistici, ricettivi e ricreativi e per collegarli in un itinerario di visita che valorizzi il paesaggio vitivinicolo: questo il progetto “Adotta un ciabòt”, presentato dall’architetto Alessandro Marchis e dell’economista Bianca Bottiglione, entrambi torinesi, vincitori della prima edizione del premio “Camera con vista”, ideato e promosso dall’Assessorato alla cultura e al turismo della Regione Piemonte, in collaborazione con la Fondazione per l’Architettura / Torino, per stimolare la riflessione sui temi dell’abitare e della ricettività immaginifica nel paesaggio piemontese. A convincere, secondo la giuria di esperti che ha esaminato tutti i progetti, la capacità di “valorizzare le relazioni sociali, di recuperare attraverso un’azione di rete il rapporto con il paesaggio e di creare un percorso nel Piemonte”.

Al secondo posto Marco Taccagni e Stefano Montanari, dello studio vuotoperpieno di Parma, con la proposta “#Agricamera”, un modulo abitativo per la ricettività turistica da inserire all’interno dei paesaggi agricoli, dalle risaie ai noccioleti. La terza classificata è invece Greta Colombo, architetto paesaggista originaria di Bergamo, con “Andar per Langa”, progetto per lo sviluppo di mappe sonore e guide di itinerari innovativi e attenti alle tradizioni locali. Alle tre proposte sarà assegnato, rispettivamente, un premio di euro 2000, euro 1000 ed euro 500.

A giudicare le proposte e a scegliere il vincitore è stata una commissione di esperti, composta da Gianluca D’Incà Levis, curatore del progetto “Dolomiti contemporanee”, dal direttore della GAM e del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea Carolyn Christov Bakargiev, dall’architetto Carlo Pession e dalla dirigente regionale Alessandra Fassio. Nel complesso, i progetti ricevuti provengono da tutta Italia, spaziando dal Friuli-Venezia Giulia alla Sicilia, mentre i partecipanti sono risultati essere per lo più architetti e under 30.

“Questo premio ha saputo mettere a confronto idee e progettualità che evidenziano il valore culturale, ma anche di attrattività turistica, del paesaggio, temi su cui siamo fortemente impegnati – dichiara Antonella Parigi, assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte – La prima edizione di Camera con Vista ha inoltre coinvolto creativi, designer e architetti, per lo più giovani, le cui proposte innovative potranno accrescere l’interesse e la consapevolezza su argomenti importanti per la nostra regione, tanto tra i professionisti quanto tra i cittadini”.

Per questo, e per implementare la conoscenza dei temi al centro del progetto, “Camera con Vista” è diventato anche una mostra: con il patrocinio della Città di Torino, dal 12 al 22 ottobre saranno infatti esposte in piazza Carlo Alberto, nel centro della città, tutte e 26 le proposte selezionate dalla commissione giudicatrice. La presentazione ufficiale, alla presenza dell’assessore Parigi e dei vincitori del premio, sarà sabato 14 ottobre alle ore 12, nell’ambito della manifestazione “La Vendemmia a Torino-Grapes in town”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium