/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Con cucina, camera, sala e bagno. Balcone ampio lungo tutto l’appartamento. Posto auto chiuso da sbarra con apertura...

Luminoso, ampio e panoramico, 3° p ascensore, di soggiorno e cucinino, camera matrimoniale, bagno nuovo con doccia....

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 08 novembre 2017, 07:20

A Pecetto il nuovo Arsenale dell'Armonia, casa per i ragazzi disabili: Mattarella all'inaugurazione

“Le idee e i sogni sono più veloci della realtà e quelli del Sermig lo sono ancora di più"

Foto tratta dalla pagina facebook del "Sermig"

Dopo un lavoro durato dieci anni ieri pomeriggio, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stato inaugurato il nuovo Arsenale dell’Armonia a Pecetto.

Una casa di piccola fraternità del Sermig, dove verranno accolti i bambini e le persone con disabilità e che avrà come simbolo un cedro del Libano. L’albero, donato dal sacerdote libanese Frère Nour a Ernesto Olivero durante una missione di pace, è stato piantato dal capo dello Stato e dallo stesso Olivero.

“Nella Bibbia”, ha commentato Mattarella, “questa pianta rappresenta il giusto”. “Collocare qui un cedro del Libano”, ha sottolineto il Presidente della Repubblica, “richiama tutti quanti alla responsabilità vicendevole, alla saggezza all’apertura alla disponibilità che sono le caratteristiche proprio del giusto.”

L’Arsenale dell’Armonia nasce dalla ristrutturazione della Torre dell’Eremo, un lavoro durato dieci anni. E’ la quarta struttura del Sermig, dopo quello della Pace in Borgo Dora a Torino, della Speranza a San Paolo del Brasile e dell’Incontro a Madaba in Giordania.

“Le idee e i sogni sono più veloci della realtà e quelli del Sermig lo sono ancora di più. Pensare che il Sermig, una volta fabbrica di armi, sia ora è luogo di pace e apertura, dimostra come la bontà sia disarmante.”, ha concluso Mattarella.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore