/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Per le zone di Novara,Vercelli, Verbania cerchiamo Antennista Sat e Digitale terrestre. inviare curriculum a : ...

Delizioso monolocale a 800 mt dal mare, ideale come seconda casa, completamente arredato con struttura divano letto e...

125 mq (65 piano terra + soppalco) nella bellissima e prestigiosa piazza nel cuore del centro storico di Moncalieri.

Vendesi urgentemente causa trasferimento all`estero Euro 4, unico proprietario, cinghia sostituita nel 2016, gomme...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | martedì 14 novembre 2017, 16:22

Enrico Letta parla del futuro dell'Europa al Campus Einaudi

L'ex premier ha tenuto una lezione in inglese dal titolo ""The EU in an ever more challenging world: the hard task of growing up"

"L'Europa è il nostro presente e il nostro futuro. Per questo, è importante che i giovani la comprendano e ne capiscano l'importanza". L'ex premier Enrico Letta ha tenuto stamattina una lezione al campus Einaudi sul tema “Europe in the world”, a cura del dipartimento di cultura, politica e società dell'Università di Torino.

Durante la lezione, in un'aula magna gremita di studenti (tanto che qualcuno è rimasto fuori), si è cercato di rispondere ad alcune domande: come è vista l'Europa nel mondo? Qual è il suo peso internazionale? Quali le sue prospettive? “Tutti noi che siamo presenti qui oggi - ha spiegato la vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, Daniela Ruffino - siamo convinti sostenitori dell'Unione Europea, soprattutto quando essa diventa tale nei fatti e non solo nelle intenzioni”. "Ritengo però – ha proseguito Ruffino - che l'Europa, per essere capita, debba essere spiegata: va conosciuta quale istituzione sì grande e complessa, ma allo stesso tempo vicina ai cittadini”.

Dalla cattedra è poi arrivata un'esortazione agli studenti: “Poiché il processo di integrazione europea è ancora in pieno svolgimento, è soprattutto a voi giovani che vanno indirizzate le informazioni, in modo che possiate meglio comprendere le dinamiche politiche, economiche, sociali e culturali che riguardano la 'Casa Europa'. Tocca alle nuove generazioni essere le vere testimoni e interpreti di una futura e compiuta coscienza europea”.

Daniele Angi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore