/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Disponiamo di cuccioli neri, arlecchino e merle nel nostro allevamento riconosciuto enci fci dosso degli ulivi. i...

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | venerdì 17 novembre 2017, 19:20

Commissione congiunta in Comune: linea 18, tra sogno e realtà. Lapietra: “Rafforzamento della linea, ma non attraverso i tram”

Riunite le commissioni di lavoro delle Circoscrizioni 1, 6, 7 e 8 per discutere delle problematiche e dei progetti relativi alla tratta

Torna a far discutere di sé la linea 18, linea molto frequentata e fondamentale per la città – una delle più lunghe della stessa – che, soprattutto nel corso degli ultimi anni, soffre tantissimo a causa di una scarsa regolarità di servizio e di mezzi poco capienti, con una velocità commerciale troppo bassa – di 12 km/h – e una tempistica che va dai 15 ai 25 minuti a passaggio.

Attualmente, lo stato dell’infrastruttura vede, nella zona nord, il tratto di via Bologna, tra corso Brescia, corso Palermo, via Monza e piazza Sofia, disalimentato; nella zona sud, il tratto in direzione piazza Caio Maio risulta interrotto e inagibile da piazza Carducci in poi, sono assenti numerosi tratti di binario e la linea aerea sul tratto di via Nizza e lo scambio Passo Buole/Unione Sovietica.

La richiesta delle Circoscrizioni prevede, nel breve periodo, un potenziamento della linea con rilevamenti di carico reale e un miglioramento e un adeguamento dei tempi di percorrenza al fine di garantire sia una maggiore regolarità per l’utenza sia migliori condizioni di lavoro per il personale viaggiante di GTT. Nel medio-lungo periodo, invece, prevede: un rilancio globale della linea, mediante il ripristino della gestione tranviaria; una progettazione e la ricerca di fondi per un’operazione di immagine su questo asse fondamentale del TPL cittadino; la ricerca di fondi per adeguamenti infrastrutturali al fine di potenziare ulteriormente la validità della linea; l’acquisto di nuovi tram per ampliare il parco rotabile che si è contratto negli ultimi anni.

Di parere differente l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra: “Il Ministero si sta impegnando sinceramente per il rafforzamento delle linee tranviarie e, in generale, il primo passo è quello di aumentare le frequenze reali e la velocità commerciale: la linea 18, in questo senso, ha la priorità. Ma non attraverso i tram, perché hanno un costo molto più elevato rispetto a quello dei bus”.

A partire dai primi mesi del 2018, il servizio sarà, in ogni caso, potenziato con l’inserimento di una vettura aggiuntiva tra le ore 7 e le ore 20, che porterà gli intervalli di passaggio a 6 minuti, nella punta del mattino, e a 7 minuti, nella punta del pomeriggio e della sera. Sarà anche erogata la priorità semaforica, soprattutto negli incroci in cui sono necessari “tempi intelligenti” dei semafori stessi: grazie al recupero di tempo consentito, risulterebbe come se, a parità di autisti, ci fosse una vettura in più; ciò consentirebbe di aumentare di circa 100 posti/ora la capacità della linea 18, senza effettuare nessun altro tipo di intervento.

Per quanto riguarda la Circoscrizione 6, “nell’area nord, abbiamo seri problemi su diverse linee, non solo relativi alla 18. Il percorso comune e l’appello di questa sera vanno benissimo, ma ci auspichiamo anche delle risposte in tempi brevi, soprattutto per quanto concerne il discorso del potenziamento”, ha affermato Valentina Ciappina, coordinatrice della IV commissione. “Solo dopo aver costruito la linea 2 della metropolitana, che colleghi adeguatamente il nord al sud della città – ha continuato Domenico Garcea, capogruppo di Forza Italia – possiamo parlare di un rafforzamento delle altre linee”.

La linea 18 sotto forma di tram – ha concluso Raffaele Petrarulo, capogruppo di Direzione Italia – sarebbe una soluzione ecologica e concilierebbe sia i commercianti, grazie a un incremento dei parcheggi e delle attività commerciali, sia i cittadini, che avrebbero un trasporto più veloce e leggero".

Roberta Scalise

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore