/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 06 dicembre 2017, 10:10

Tragedia Thyssen, Appendino: "Da qualunque parte si osservi la vicenda, se ne esce sconfitti" (FOTO)

Il sindaco ha partecipato alla cerimonia in memoria delle vittime al cimitero Monumentale. Con lei anche il governatore Chiamparino: "La Germania riconosca le responsabilità"

Tragedia Thyssen, Appendino: "Da qualunque parte si osservi la vicenda, se ne esce sconfitti" (FOTO)

"Sono passati dieci anni, ma ciascuno di noi, che fa parte di questa comunità, se ne ricorda". Con queste parole il sindaco Chiara Appendino ha aperto la cerimonia in memoria delle vittime della ThyssenKrupp, che si è svolta stamattina al Monumentale, alla quale hanno preso parte i famigliari delle vittime, il Presidente della Regione Sergio Chiamparino e tantissimi cittadini.

 Il 6 dicembre 2007 persero la vita nel rogo dell'industria Antonio Schiavone, Roberto Scola, Angelo Laurino, Bruno Santino, Rocco Marzo, Rosario Rodino, Giuseppe Demasi.

"Da qualsiasi parte si guardi questa tragedia", ha proseguito il sindaco di Torino, "se ne esce sconfitti. È impossibile per noi capire questa mancanza. Da dieci anni queste madri e padri combattono e chiedono giustizia con forza".

"La memoria", ha proseguito Appendino, "è un dovere delle istituzioni, che devono essere un esempio nei fatti, affinché questi non vengano relegati all'oblio". "Non si può parlare di giustizia, se non trova applicazione: è inaccettabile che non sia compiuta. La città di Torino non vi dimentica e aiuterà in ogni azione che porterete avanti.", ha concluso Appendino.

Parole, queste ultime, condivise anche dal Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino:"Ci adopereremo in ogni modo, per quanto in nostro potere, affinché la Germania riconosca che di fronte a tragedie come questa non possono esserci confini".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore