/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Disponiamo di cuccioli neri, arlecchino e merle nel nostro allevamento riconosciuto enci fci dosso degli ulivi. i...

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 07 dicembre 2017, 07:46

Il pericolo corre sotto l'albero: la Gdf sequestra a Porta Palazzo 4 milioni e mezzo di giocattoli e prodotti pericolosi

I finanzieri hanno portato a termine un'indagine che ha fatto scoprire una quantità enorme di merce pronta a finire sul mercato in vista delle Feste, ma con false etichettature e che non rispettava i canoni di sicurezza. Arrivavano tutti dalla Cina

Nei giorni scorsi i finanzieri del Comando Provinciale di Torino, a seguito di una mirata attività info-investigativa, hanno portato a termine un importante intervento operativo nel settore delle frodi in commercio. Oltre 4.500.000 di articoli sequestrati non conformi o con false etichettature.

Nell’antico quartiere di Porta palazzo, in un deposito di proprietà di un imprenditore cinese, i Baschi Verdi di Torino hanno rinvenuto ben 45.000 articoli, poi sequestrati per violazione alla normativa sulla sicurezza dei giocattoli.

Oltre 4.400.000 sono, invece, gli articoli sigillati dai finanzieri per violazione alle norme in materia di conformità dei prodotti. Tali beni, infatti, importati direttamente dalla Cina, venivano venduti senza alcuna indicazione circa la denominazione legale o merceologica, i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e modalità di smaltimento, con evidenti rischi per la sicurezza degli ignari consumatori.

Tra il materiale rinvenuto spiccano, in particolare, centinaia di "Fidget spinner", le famose trottole che hanno trovato nei bambini consumatori e utenti accaniti. Erano nascoste in alcuni scaffali, ma avevano aspetti molto pericolosi, come le estremità appuntite invece che arrotondate.

Le  numerose  irregolarità  riscontrate  hanno portato al sequestro della merce e alla denuncia del responsabile per i reati di frode in commercio e violazione delle norme in materia di sicurezza dei giocattoli. Per lui, anche una sanzione da 25mila euro.

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore