/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Disponiamo di cuccioli neri, arlecchino e merle nel nostro allevamento riconosciuto enci fci dosso degli ulivi. i...

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 07 dicembre 2017, 00:17

Chivasso: "Ultimo inverno nel vecchio ospedale"

E' l'assicurazione del direttore sanitario ai sindaci dell'Area omogenea 10

“Ci prepariamo ad affrontare l’ultimo inverno nel vecchio Ospedale”. Così il Direttore sanitario del nosocomio cittadino, il dottor Alessandro Girardi, ha confermato l’imminente apertura del nuovo Ospedale, prevista per la terza settimana di gennaio. L’annuncio è stato dato nel corso della riunione di martedì 5 dicembre, alla quale hanno partecipato i Sindaci della Zona Omogenea 10, guidati dal portavoce, il sindaco di Lauriano, Matilde Casa, che hanno esposto dubbi, perplessità e criticità al direttore generale dell’Asl To4, dottor Lorenzo Ardissone, presente insieme al Direttore sanitario, dottor Mario Traina, e al Direttore di Distretto, dottor Mauro Trioni. Molti gli argomenti che sono stati trattati durante la riunione: dall’imminente apertura della nuova struttura, all’attività del Pronto Soccorso, al problema dei collegamenti fra i diversi presidi ospedalieri e le realtà territoriali dell’Azienda sanitaria, la difficoltà a reperire specialisti per coprire i servizi, il possibile futuro dell’Emodinamica a Chivasso. Il dottor Ardissone ha tranquillizzato i Sindaci dichiarando che non c’è nessuna intenzione di depotenziare l’Ospedale di Chivasso, anzi, presto verranno introdotte nuove specialità come l’oculistica, mentre con la nomina del nuovo Primario di Chirurgia, si svilupperà la chirurgia della mammella, oggi presente soprattutto ad Ivrea, e della tiroide. Per quanto riguarda il progetto della Casa della Salute, il Direttore generale ha annunciato l’intenzione, per il 2018, di promuovere un Open Day ed altre iniziativa per dare la massima informazione possibile ai cittadini. Per i trasporti è stata manifestata l’intenzione di interagire con Città Metropolitana, mentre per il Laboratorio di Emodinamica, Ardissone ha prospettato la possibilità di avere un unico servizio con tre sale diverse, a Ivrea, Ciriè e Chivasso, un’ipotesi sulla quale si sta lavorando. L’assessore al Welfare di Chivasso, Claudio Moretti, ha sottolineato come i Sindaci della Zona Omogenea stiano marciando insieme, senza guardare al colore politico, ma lavorando in modo che tutti i cittadini possano avere il servizio migliore. Moretti ha anche indicato due linee guida per ottimizzare l’impiego delle risorse disponibili ed ha consigliato ai Sindaci di puntare sui progetti di prevenzione ed ha invitato alla massima collaborazione con i medici di base, che svolgono un ruolo cruciale.

Intanto per affrontare ancora tutti insieme i problemi legati al servizio sanitario è stato annunciato un incontro con l’assessore regionale alla Sanità, Antonino Saitta, che sarà proprio a Chivasso mercoledì 13 dicembre alle 18.

Annarita Scalvenzo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore