/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Disponiamo di cuccioli neri, arlecchino e merle nel nostro allevamento riconosciuto enci fci dosso degli ulivi. i...

Mensilmente (o annualmente) a partire da dicembre a 150 metri dal mare in condominio con ascensore con 6 posti letto...

Auto tenuta sempre in garage, ottime condizioni. Grigio Metallizzata, interni in pelle nera, sedili riscaldabili,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | giovedì 07 dicembre 2017, 18:22

Circoscrizione 6, Commissione dei Quartieri: il “trincerone” al centro dell’attenzione cittadina

Residenti riuniti per segnalazioni e azioni comuni volte al recupero e alla pulizia di esso

È ancora il degrado a essere al centro dei dibattiti che si sono svolti nel corso della Commissione dei Quartieri che ha visto riunirsi i residenti delle zone di Barriera di Milano, Falchera, Rebaudengo, Villaretto, Barca, Bertolla e Regio Parco.

Abbiamo deciso di convocare la Commissione – ha affermato il consigliere e rappresentante della prima, Rocco Zito – per parlare della situazione di degrado e sporcizia che dilaga nei nostri quartieri. Il ‘trincerone’ è un emblema della stessa, un confine per tutte le grandi zone della nostra Circoscrizione. Vogliamo dare la parola ai cittadini per capire da questi quali siano le aspettative al riguardo e trovare, quindi, delle soluzioni adeguate”.

Il “trincerone” è l’antica stazione di Torino Vanchiglia, un ex scalo merci posto al termine di una lunga trincea ferroviaria che, in origine, diramava dalla ferrovia Torino-Milano, all’altezza dell’attuale parco Sempione – noto, all’epoca, come parco Torino Dora –, e rimasto attivo fino agli inizi degli anni Novanta.

Deve il suo nome al fatto che, come afferma Pietro Abate Daga nel suo Alle porte di Torino: studio storico-critico dello sviluppo, della vita e dei bisogni delle regioni periferiche della città (1926), la linea dei binari era “in trincea, a scarpata libera, onde permettere l’attraversamento a raso delle strade che la intersecano, a mezzo di cavalcavia”.

Lo scalo merci aveva forma trapezoidale e si sviluppava in un’area di circa 1.300 m2, ed era racchiusa tra corso Regio Parco, corso Novara, via Giuseppe Regaldi e il borgo del Regio Parco.

Da qualche decennio, il “trincerone” versa, però, in uno stato di abbandono, sporcizia e degrado, una discarica a cielo aperto in cui proliferano topi e serpenti. È, tuttavia, oggetto di diverse idee progettuali legate a un recupero della zona, la cui riqualificazione vede, e spera, la realizzazione della linea 2 della metropolitana, che, partendo dalla stazione Rebaudengo Fossata, dovrebbe raggiungere lo scalo Vanchiglia e proseguire poi verso il centro della città.

Il futuro prossimo – ha sottolineato il consigliere Alessandro Avramo, rappresentante di Falchera, Villaretto e Rebaudengo –, al di là delle attuazioni sperate, è sicuramente una riqualificazione territoriale, che deve prevedere una pulizia generale della zona interessata. È una vera e propria ferita aperta”.

La linea 2 della metropolitana sarebbe la nostra grande possibilità – ha concluso la consigliera Isabella Martelli – la svolta effettiva per il nostro territorio: non si tratta di una battaglia tra partiti o di uno scontro tra ideologie, bensì di un problema corale, caro ai nostri quartieri”.

Previsto, in seguito alla pausa natalizia, un incontro con i rappresentanti della politica centrale e alcuni tecnici, per discutere più accuratamente delle possibili soluzioni da adottare.

Roberta Scalise

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore