/ Centro

Che tempo fa

Cerca nel web

Centro | giovedì 11 gennaio 2018, 16:04

Torino, un nuovo caffè per le arti performative

Inaugurato il Cafè Müller, in via Sacchi 20, completamente ristrutturato grazie a Cirko Vertigo e Fondazione CRT. Sabato 13 gennaio il primo spettacolo: “La gran misa patólica” di Leo Bassi

Torino, un nuovo caffè per le arti performative

Prendere un caffè e nel frattempo sbirciare le prove di uno spettacolo. Sarà possibile farlo al Cafè Müller, che prende vita negli spazi dell'ex cinema Alexandra come “casa” torinese del Cirko Vertigo, in via Sacchi 20, nell’ambito di un progetto sostenuto dalla Fondazione CRT e grazie alla collaborazione del Caffè Alberto. È la nuova “Caffetteria n°1” ad accogliere i visitatori, che poi possono scendere negli spazi ristrutturati e assistere agli spettacoli. La nuova stagione, presentata insieme alla struttura, prenderà il via sabato 13 gennaio con Leo Bassi, comico considerato tra i dieci clown più importanti del mondo. Un inizio di alto livello.

“Apriamo la stagione – ha spiegato Paolo Stratta, direttore della Fondazione Cirko Vertigo – con un maestro fuori dagli schemi, ma ci saranno anche spettacoli al Parco Le Serre di Grugliasco (“storica” sede di Cirko Vertigo, ndr). Nella nostra tradizione c’è un’attenzione all’innovazione con una vocazione popolare”. Cirko Vertigo, infatti, continua a richiamare grandi folle di pubblico. Lo spettacolo natalizio ha raccolto quasi 8.000 spettatori. Inoltre la Fondazione fa parte di Scena Ovest, che coinvolge i comuni della prima cintura torinese, tra cui Grugliasco, Collegno, Rivoli e Settimo Torinese.

“Ristrutturare questo luogo – ha aggiunto Giovanni Quaglia, presidente di Fondazione CRT, in riferimento all’ex cinema di via Sacchi – è stata un’opportunità. Avrà la capacità innovativa di fare da punto di riferimento per le arti performative, partendo da Torino per arrivare in tutto il Piemonte”.
Oltre al Torinese, infatti, Cirko Vertigo ha una “sede” anche a Vicoforte, dove si trova una residenza per gli artisti che arrivano soprattutto dall’estero, i quali, una volta lì, sono soliti esibirsi anche per il pubblico locale. 

A Torino, la presenza di un caffè dove il Cirko Vertigo avrà la sua casa, ma dove soprattutto gli artisti potranno provare ogni giorno e dove, la sera, alcuni di loro si esibiranno, è un tassello importante all’interno del tessuto culturale cittadino. “Il caffè – ha raccontato Corrado Alberto, uno dei soci del Caffè Alberto – è da sempre il luogo dell’incontro per eccellenza, uno stimolo per l’intelletto. Poche altre città possono vantare una tradizione legata al caffè come quella di Torino”.
L’aspetto formativo di Cirko Vertigo e della sua scuola, inoltre, è stato sottolineato da Silvana Accossato, ex assessore al turismo della Provincia di Torino ed ex sindaco di Collegno, ora consigliera regionale, e dall’assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero. 

La stagione del Cafè Müller inizia sabato 13 gennaio (alle 21) e prosegue lunedì 15 con Francesca Netto e il suo spettacolo “Mis-(s)-Education” (sempre alle 21). Doppio spettacolo in programma, poi, per il prossimo weekend: venerdì 19 e sabato 20, in via Sacchi, ci saranno i blucinQue e Natalia Vallebona.
Dal 3 febbraio, inoltre, prenderà il via anche la nuova stagione del Parco Le Serre, con il “Match di improvvisazione teatrale” curato da Teatrosequenza, che proseguirà fino a marzo.

 

Il programma completo è qui > www.cirkovertigo.com

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore