/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | sabato 13 gennaio 2018, 09:48

Nichelino, amministrazione contraria agli spettacoli equestri con animali: è polemica

Arrivato in città “Le Cirque di Montecarlo” e il Comune, pur dicendosi contrario all'uso di animali ammaestrati, non ha potuto vietarne l'impiego. La replica degli organizzatori: "Dietro questa presa di posizione le associazioni animaliste"

Nichelino, amministrazione contraria agli spettacoli equestri con animali: è polemica

Da ieri è allestito a Nichelino, in via Debouchè, all'angolo con via Nenni, “Le Cirque di Montecarlo”, che vede la presenza, oltreché di giocolieri, acrobati e funamboli, anche di animali ammaestrati. E su questo è nata subito la polemica.

Come è ben noto – spiega l'assessore alle Politiche Animaliste della Città di Nichelino, Fiodor Verzola – nessun Comune può vietare l'allestimento di spettacoli circensi nel proprio territorio”. E, a rafforzare l'analisi di Verzola, è la cronaca degli eventi: tutte le volte che un Comune ha provato a vietare l'attività di un circo, un pronunciamento del Tar ha sempre reso inefficace il tentativo.

Il Comune di Nichelino – prosegue Verzola – è assolutamente contrario all'utilizzo di animali nei circhi equestri. In tal senso, già anni fa si è dotato di un regolamento che disciplina diversi aspetti per la loro tutela. In passato siamo riusciti a evitare, in qualche modo, la presenza in città di strutture circensi con animali. Non è possibile, però, andare contro la legislazione italiana”.

“Le Cirque di Montecarlo”, piuttosto conosciuto, possiede ovviamente tutte le certificazioni sanitarie e veterinarie e perciò, secondo le attuali norme vigenti a livello nazionale, ha diritto ad allestire il tendone e organizzare gli spettacoli.

Comunque – interviene il sindaco, Giampiero Tolardo – il Comune di Nichelino ha deliberato, a febbraio scorso, di concedere solo aree periferiche e non centrali alla attività circensi con animali. Usare gli animali a scopo di spettacolo è un atto di violenza e inciviltà. Contiamo che il prossimo governo completi l'iter, con i decreti attuativi, del disegno di legge finalizzato alla graduale eliminazione dell'utilizzo di animali a scopi di spettacolo”.

Questa la replica da parte della famiglia Bellucci, storico simbolo dello spettacolo circense: "Siamo stati a Torino, prima di venire a Nichelino ed abbiamo avuto sei controlli, di cui tre a sorpresa e in nessun caso sono stati registrati problemi. Il benessere dei nostri animali è una priorità e seguiamo scrupolosamente la legge. Dietro questa presa di posizione del Comune ci saranno sicuramente delle associazioni animaliste". Intanto, da ieri sono iniziati gli spettacoli, che proseguiranno fino a domenica 21.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore