/ Viabilità e trasporti

Spazio Annunci della tua città

Arredato, bagno finestrato e ski box. Posizione comoda ai servizi. Spese condominiali e IMU molto contenute. Ottimo...

Completamente ristrutturato no arredato no posto auto con deposito in cortile interno termoautonomo ideale persone...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | sabato 13 gennaio 2018, 15:00

Al via i lavori, la linea 1 della metro sorride anche a Rivoli

Il sindaco Dessì: “Costituirà un volano socioeconomico per il flusso turistico”

Sorride anche Rivoli alla notizia del finanziamento per l’estensione della linea 1 della metropolitana ed il sindaco Franco Dessì non nasconde la sua soddisfazione: “Un’opera attesa da tempo che cambierà la mobilità di Rivoli, Torino sarà più agevolmente raggiungibile per i rivolesi e non solo. Il vantaggio ambientale sarà un valore aggiunto per tutti. Questo prolungamento costituirà un volano socioeconomico per il flusso turistico perché il Castello sarà ancora più vicino a Torino ed inoltre il 1° gennaio 2019 sarà aperta villa Cerutti, casa-museo che esporrà la collezione omonima, a 700 metri di distanza dal Castello”.

Lungo la tratta sorgerà un’area attrezzata a parcheggio d’interscambio con le auto private presso la stazione di Cascine Vica, è prevista in corso Francia in corrispondenza della tangenziale. Il parcheggio dispone di tre piani interrati ed avrà una capienza di 340 posti auto.

Prosegue Dessì: “E’ una sfida per Rivoli: nasceranno parcheggi ed infrastrutture intorno per diluire l’accesso verso la metropolitana, una navetta veloce collegherà Cascine Vica con la centrale piazza Martiri, vicino alla sede del Comune. La modifica di corso Francia in corrispondenza della tangenziale costerà 2,5 milioni di euro che per il nostro bilancio rappresenta il 60% della capacità di spesa annua per un’opera pubblica. Previsto un anno per la progettazione, uno per l’affidamento dei lavori e due di cantiere”.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore