/ Cronaca

Cronaca | 10 febbraio 2018, 13:29

Superare i campi rom: i cittadini chiedono soluzioni per via Germagnano e strada Aeroporto

Questa mattina il Comitato Torino Nord ha presentato una proposta di deliberazione popolare sul tema. E si riaccende la polemica politica

Superare i campi rom: i cittadini chiedono soluzioni per via Germagnano e strada Aeroporto

Il tema dei campi rom non smette di far discutere. E, a livello politico, di generare polemica tra opposti schieramenti. L'ultima occasione in ordine di tempo è stato l'incontro organizzato per questa mattina da Cittadini e Comitato Torino Nord, per discutere della piaga ormai permanente dei fuochi e del degrato in via Germagnano e strada dell'Aeroporto. E per presentare la proposta di deliberazione popolare per il superamento dei campi rom.
"A nulla sono valsi i numerosi appelli rivolti dal Coordinamento, dai Comitati, dai Cittadini direttamente coinvolti, dal Consiglio della VI Circoscrizione e della V Circoscrizione alle Istituzioni cittadine ed alle Autorità competenti per il superamento dei campi nomadi - dicono i cittadini - a cominciare da quelli abusivi, per garantire che non ci siano più roghi con emissioni tossiche e per riportare un clima di serenità nel territorio". "Vogliamo sensibilizzare le istituzioni perché agiscano celermente per il ripristino della legalità, nel pieno rispetto delle famiglie con fragilità sociali e dei diritti dei bambini, favorendo chi vuole emergere da uno stato di abbandono".

"Chiediamo sicurezza e legalità - spiega Valter Cangelli, cittadino e componente del Coordinamento Comitato Torino Nord -, superando il campo rom e dando una sistemazione a chi dà disponibilità. Proponiamo alle forze politiche che vogliono farlo, di appoggiarci. E che ciascuno faccia la propria parte, secondo le proprie prerogative".

Parole e fatti che hanno riacceso il dibattito politico sul tema. “Il superamento dei campi e il ripristino della legalità non si ottengono con la politica degli annunci, ma con progettualità condivise e concrete - dichiarano Nadia Conticelli, consigliera regionale e Carlotta Salerno, presidente della circoscrizione 6 -. Rileviamo che ad oggi si è rinunciato a qualsiasi intervento concreto all’interno e fuori dai campi e che, a parte un regolamento quasi identico a quello precedente, non c’è una strategia.” “Non si tratta di spostare un po’ di immondizia e di fare qualche passerella (ultimamente piuttosto in voga), ma porre in atto politiche concrete volte a ristabilite la legalità anche all’interno dei campi rom, che ad oggi risultano essere una sorta di terra di nessuno in cui vigono violenza e degrado”.

Altra voce che si aggiunge al dibattito è quella della maggioranza di centrosinistra del territorio (PD, Moderati e Lista Civica), i cui esponenti di dicono "compatti al fianco dei cittadini, per il bene del territorio e per la salute di chi è costretto a convivere con i fumi tossici. Le forze politiche chiedono ancora una volta alla Città di Torino di riattivare il tavolo di concertazione istituzionale sul tema dei campi, che già esisteva e che vedeva coinvolta la Circoscrizione". "Rileviamo che ad oggi, dopo 20 mesi di mandato - aggiungono - la Giunta Appendino sul tema non ha fatto nulla e che, a parte annunci disattesi, non c’è da parte di questa amministrazione alcuna strategia concreta sul superamento dei campi e il ripristino della legalità".

Anche Lega Nord ha commentato l'incontro di stamattina: "Sosteniamo convintamente la delibera di inizativa popolare perché è necessario mettere fine, ad ogni costo ed al più presto, allo scempio di via Germagnano", ha detto Alessandro Sciretti, capogruppo della Lega in Sesta Circoscrizione. "La Giunta comunale ha dimostrato distanza e disinteresse, arrivando addirittura all'allontanamento della camionetta dell'Esercito. L'iniziativa unitaria di comitati e associazioni dimostra quanto la situazione sia emergenziale ed urgente.
Noi ci siamo e ci auguriamo che l'amministrazione faccia la sua parte".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium