/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare , frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a settembre, di...

Curavecchia composto da 3 unità ciascuna di 3000 mq. A corredo terreno circostante di 7000 mq. Situato direttamente...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 12 febbraio 2018, 12:07

Minacce di cacciare il Direttore dell'Egizio, alle 18 flash mob in difesa di Greco (VIDEO)

A lanciare l'iniziativa, tramite Facebook, il candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Torino 4 per "Liberi e Uguali" Stefano Schwarz

Questa sera alle 18 flash mob in difesa del Direttore del Museo Egizio Christian Greco, dopo le minacce di rimozione dall'incarico fatte da Fratelli d'Italia in caso di vittoria alle elezioni del 4 marzo.

Dopo tanto clamore, gli esponenti di FdI però si difendono e fanno notare di non aver mai chiesto la testa del direttore Greco, parlando di fake news che hanno esagerato la portata delle loro dichiarazioni, che erano critiche alle scelte gestionali.

Intanto l'iniziativa di stasera è confermata, a lanciarla, tramite Facebook, il candidato alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Torino 4 per "Liberi e Uguali" Stefano Schwarz.

Di seguito l'annuncio: "Fratelli d'Italia minaccia il Direttore del Museo Egizio. Minaccia. Usano il termine 'cacceremo'... Insieme all'Assessore Leon, ai Consiglieri del M5S, ai Comitati tecnici del Mibact, alla Fondazione Museo Egizio, difendiamo Cristian Greco e invitiamo tutti gli abitanti di Torino e i visitatori del Museo, cittadini e non, di tutte le confessioni religiose, laici compresi, ad autoconvocarsi davanti al Museo (http://www.museoegizio.it) questa sera alle 18".

"La comunità musulmana, copta, cattolica, araba di Torino è caldamente invitata a scendere per strada con noi insieme a tutti i cittadini europei e internazionali che vivono, studiano e lavorano qui. L'Italia interculturale e la Torino meticcia esiste già. Noi ne facciamo parte e ne siamo orgogliosi. Il Museo Egizio è patrimonio del Mondo, non di quattro provinciali ignoranti".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore