/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare , frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a settembre, di...

Curavecchia composto da 3 unità ciascuna di 3000 mq. A corredo terreno circostante di 7000 mq. Situato direttamente...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 13 febbraio 2018, 09:01

Ancora un lancio di sassi dal cavalcavia: questa volta è successo sulla strada per Caselle

Una pietra ha colpito una vettura sul lato passeggero. Solo danni e nessuna conseguenza per le persone, fortunatamente

Un altro sasso lanciato da un cavalcavia, che termina la sua corsa folle contro una vettura che sta transitando a velocità sostenuta pochi metri sotto. Si sta diffondendo con il solito, pericoloso meccanismo di emulazione un fenomeno che il nostro Paese ha imparato a conoscere già nei decenni scorsi, con conseguenze spesso drammatiche.

L'ultimo episodio di è verificato nelle scorse ore lungo il tratto che da Torino porta verso l'aeroporto di Caselle e la zona del Canavese. Un sasso ha colpito una vettura sulla parte anteriore, sul lato del passeggero. Fortunatamente in questo caso tutto si è risolto con un grosso spavento e un bollo sulla carrozzeria. Ma la sensazione è che si dovranno trovare provvedimenti urgenti (sanzionatori, ma anche preventivi) per limitare questa follia.

A questo proposito, proprio lungo la tangenziale di Torino, Ativa sta facendo montare alcune barriere che possano rendere ancora più difficoltoso il lancio di qualsivoglia oggetto dal cavalcavia: reti più alte, ma anche con maglie più strette. La speranza è che l'obiettivo possa essere raggiunto.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore