/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Azienda cintura Sud Torino cerca elettricista cablatore montatore quadri elettrici industriali media e bassa tensione...

Bellissimi cuccioli di importanti linee di sangue, selezionati per carattere e tipicità. Pedigree, microchip e...

Selezioniamo 3 persone ambosesso per la vendita e la costruzione rete commerciale, part-time o full-time, con...

Sul lungomare di Rimini, frazione Viserbella, nella stagione estiva, settimanale da sabato a sabato, da maggio a...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 14 febbraio 2018, 10:46

"Mi dai una sigaretta?", "Non ce l'ho": e scatta la rapina. Fermata una baby-gang

Era formata da quattro marocchini dai 15 ai 18 anni. Uno è stato arrestato, gli altri denunciati. Probabilmente la gang ha compiuto più di una rapina nel quartiere di San Salvario

"Mi dai una sigaretta o del tabacco?". Una domanda normale, un modo come un altro per approcciare la propria vittima. Ma quando questa, un ragazzo di 32 anni, ha risposto "Non ce l'ho", la baby gang ha scatenato la propria violenza.

Sabato scorso, alle 2, in piazza Madama Cristina angolo via via Galliari, i carabinieri della Compagnia San Carlo hanno individuato e fermato quattro amici marocchini specializzati in rapine a passanti. Avevano appena rapinato e picchiato con calci e schiaffi il trentaduenne che non aveva accontentato la loro richiesta di avere una sigaretta. I quattro si sono fatti consegnare il telefono cellulare e sono scappati.

La vittima ha avuto la prontezza di fermare subito una macchina dei carabinieri che stava passando in quel momento e, insieme ai militari, ha perlustrato il quartiere fino in piazza Madama Cristina, dove ha riconosciuto il gruppo che passeggiava. I carabinieri hanno bloccato e arrestato l’autore materiale della rapina, Moutalib Soufiane, 18 anni, senza fissa dimora, e denunciato per lo stesso reato i suoi complici, tre marocchini di 15, 16 e 18 anni. La banda è sospettata di avere messo a segno anche altri colpi nel quartiere.

r.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore