/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 22 febbraio 2018, 13:15

Al Regina Margherita di Torino un reparto tutto nuovo per avere a cuore la salute dei più piccoli (FOTO)

Inaugurato il Percorso Cuore pediatrico al 6° piano dell'ospedale infantile con cardiologia, cardiochirurgia e cardioanestesia grazie all'aiuto dei privati

Al Regina Margherita di Torino un reparto tutto nuovo per avere a cuore la salute dei più piccoli (FOTO)

Avere a cuore i bambini, ma soprattutto il loro cuore e la loro salute. Taglio del nastro, questa mattina, al termine della ristrutturazione del sesto piano dell'ospedale Regina Margherita di Torino.

Si realizza così il cosiddetto "Percorso Cuore pediatrico" che vede completamente rinnovati i reparti di Cardiologia, Cardiochirurgia e Cardioanestesia del nosocomio dei bambini. Un lavoro che ha goduto, tra gli altri, del contributo della fondazione Forma e dell'associazione Amici dei bambini cardiopatici (rispettivamente 600mila e 85mila euro). Così come del robusto aiuto economico della fondazione Specchio dei tempi, di circa 2 milioni e 350mila euro.

"Muri nuovi, ma anche un servizio migliore e ottimizzato - dice Gian Paolo Zanetta, direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino - il tutto grazie all'aiuto dei privati, perché il pubblico da solo non avrebbe potuto sostenere questo impegno economico". E presto un percorso simile porterà al nuovo reparto di neuropsichiatria infantile.

La dotazione del reparto dedicato alla cura dei piccoli pazienti portatori di cardiopatia comprende 5 posti letto di terapia intensiva, mentre altrettanti sono destinati alla terapia semi intensiva. Il reparto di degenza conta di altri 10 posti letto, suddivisi in camere da uno o due posti, tutte con bagno privato. Si rafforza così l'efficacia dell'unico centro in Piemonte in grado di curare i piccoli da 0 giorni fino ai 18 anni. E che conta 500 ricoveri all'anno, oltre ai 350 interventi di emodinamica. 

La dotazione è ampia e variegata: con Forma Onlus è stato possibile comprare ventilatori polmonari, apparecchi per la ventilazione meccanica e poi ecografo, defibrillatori e molto altro ancora. Da Amici dei bambini, invece, sono arrivati i soldi per l'umanizzazione del reparto degenza e gli arredi sanitari.

"Un passo avanti importante - ha commentato Chiara Appendino, sindaco di Torino - e il ringraziamento va a chi si è impegnato e ha permesso tutto questo".

"Voglio ringraziare tutti coloro che hanno dato una mano per ottenere questo risultato, ma va anche ringraziata la generosità dei torinesi e dei piemontesi, contro ogni stereotipo che ci vuole chiusi e di difficili rapporti umani - ha detto Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte - Il primo impatto, anche se appare contraddittorio, è la piacevolezza del luogo. Una componente che aiuta a combattere la malattia e se i professionisti dicono che ora è un luogo più funzionale, questo è un altro elemento fondamentale. Anche per un profano come me".

"Ma nulla sarebbe - ha aggiunto - senza impegno e professionalità che mettono in gioco le persone, i professionisti e il personale di tutto il Regina Margherita. I risultati sono ottimi, così come conferma anche l'affetto dei cittadini torinesi a ogni manifestazione legata a questo ospedale, che dimostra di essere un'eccellenza a livello europeo".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore