/ Eventi

Eventi | 12 marzo 2018, 12:48

Dal 16 marzo torna a Torino il Sottodiciotto Film Festival & Campus, tra Oscar, hip hop e Manetti Bros

Ad aprire la 19esima edizione venerdì alle ore 21 al Massimo "The Breadwinner", il film di animazione prodotto da Angelina Jolie che ha gareggiato tra i favoriti nella recente edizione dell'Oscar

Dal 16 marzo torna a Torino il Sottodiciotto Film Festival & Campus, tra Oscar, hip hop e Manetti Bros

Dal 16 al 23 marzo torna Sottodiciotto Film Festival & Campus.

Ad aprire la 19esima edizione venerdì alle 21 al Massimo "The Breadwinner", il film di animazione prodotto da Angelina Jolie che ha gareggiato tra i favoriti nella recente edizione dell'Oscar. Sempre il 16 alle 18.30 è prevista la proiezione di "Revolting Rhymes", anche lui candidato alla statuetta.  Altra première di eccezione il 22 marzo alle 18 al Massimo con "Le Grand Méchant Renard et autres contes", con cui il regista Benjamin Renner porta sullo schermo due racconti recenti. Appuntamento di punta nella sezione "Conversazioni animate" dove domenica 18 marzo alle 18 si confronteranno dal vivo i due maestri dell'animazione internazionale Bruno Bozzetto e Konstantin Bronzit. 

Nel ricco programma di anteprime, inediti,  il difficile nuovo avvento del Messia nel smaliziato Terzo Millennio in "Oh Mio Dio!" di Giorgio Amato (lunedì 19 marzo alle 20 al Massimo), il tema dell'immigrazione affrontato in chiave fiabesca in Jupiter's Moon di Kornél Mundruczó, una riflessione sulle conseguenze del terrorismo per le nuove generazioni in Dopo la guerra di Annarita Zambrano. Il Sottodiciotto si apre per la prima volta al Lovers Film Festival con la proiezione di un giovane triangolo amoroso con Les Deux Amis di Louis Garrell e con l'argentino Mi mejor amigo. 

Protagonista della 19esima edizione sarà anche la cultura hip hop con dj set, mostre ed incontri per esplorare il fenomeno che dagli anni Settanta ha influenzato i giovani in ogni angolo del Pianeta. Davanti alla Mole verrà allestito un pannello di 25 metri su cui il writer italiano Mr Wany lavorerà di bombolette. Il Festival renderà poi omaggio ai Manetti Bros con cinque pellicole.

"Per avere cultura, in primis, ci vuole istruzione ed educazione altrimenti diventa difficile goderne. È necessario riportare al centro nella scuola azioni culturali e Sottodiciotto lo fa.", ha commentato l'assessore comunale all'istruzione Federica Patti.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium