/ Attualità

Attualità | 16 marzo 2018, 16:04

Telecamere a Torino ai Giardini Madre Teresa di Calcutta

Dieci telecamere a riconoscimento facciale saranno posizionate nella sede della Circoscrizione 7 e nei giardini. Finardi: “Presidio capillare ed efficace”

Telecamere a Torino ai Giardini Madre Teresa di Calcutta

Hanno preso il via i lavori per il posizionamento di dieci telecamere a riconoscimento facciale, che “presidieranno” il centro civico di corso Vercelli 15, dove ha sede la Circoscrizione 7, e gli ingressi dei Giardini Madre Teresa di Calcutta.

L’intervento fa parte della progettazione AxTO e, come sottolinea il presidente della 7, Luca Deri, “è in conseguenza della grave situazione di degrado che si registra nei giardini, dove gruppi di spacciatori hanno ormai monopolizzato l’area, nonostante gli sforzi delle Forze dell’ordine e i numerosi arresti delle ultime settimane”. In questi giorni saranno quindi installate le prime dieci telecamere, alle quali, più avanti, se ne aggiungeranno altre quattro.

La richiesta, ha spiegato Deri, è stata presentata alla luce di un percorso condiviso, che ha coinvolto associazioni, comitati spontanei, Circoscrizione e Forze dell’ordine. L’intento, quindi, è porre un argine allo spaccio, ma le telecamere saranno installate anche al centro civico a causa di furti e intimidazioni avvenuti in passato, come forma di tutela al personale e ai cittadini.

Sul provvedimento è intervenuto anche l’assessore alla Sicurezza del Comune di Torino, Roberto Finardi. “Un sistema integrato di telecamere – ha commentato – rappresenta un presidio capillare ed efficace, soprattutto in alcune aree nevralgiche. Ci auguriamo che siano un deterrente contro reati come lo spaccio e i comportamenti che deturpano il decoro. La sicurezza dei cittadini è una priorità, proseguiremo in questa direzione anche in altre zone della città”.

Paolo Morelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium