/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 16 aprile 2018, 14:12

Nasce Hangar Book, il progetto dedicato all’editoria firmato dall’Assessorato alla Cultura della Regione

Grazie alla collaborazione fra il Circolo dei Lettori e la Fondazione Piemonte dal Vivo

Nasce Hangar Book, il progetto dedicato all’editoria firmato dall’Assessorato alla Cultura della Regione

Dopo il successo di Hangar nasce in Piemonte Hangar Book, progetto unico in Italia dedicato al sostegno e rilancio della piccola e media editoria, firmato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e che nasce dalla collaborazione fra il Circolo dei lettori e la Fondazione Piemonte dal Vivo. C’è tempo dal 16 aprile al 21 maggio per le case editrici per presentare la propria candidatura: per cinque di esse è previsto un affiancamento gratuito di sei mesi su aree strategiche volte a rendere più produttiva la loro attività.

I piccoli e medi editori hanno un nuovo spazio e una squadra di sostegno per dare vita ai loro libri: nasce Hangar Book, il progetto dedicato all’editoria, firmato dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e che nasce dalla collaborazione fra il Circolo dei lettori e la Fondazione Piemonte dal Vivo. C’è tempo dal 16 aprile al 21 maggio per presentare la propria candidatura (disponibile sul sito www.hangarpiemonte.it) e accedere alla selezione che darà diritto a cinque case editrici piemontesi ad un affiancamento di sei mesi (da giugno a dicembre 2018) su aree strategiche per la loro attività. Possono partecipare le piccole e microimprese editrici che al momento della presentazione della domanda abbiano prodotto o distribuito, anche al di fuori del territorio regionale, almeno cinque titoli e non più di 500 a catalogo corrente, abbiano sede legale e attività produttiva in un comune del Piemonte, siano un’impresa editrice indipendente, non appartenente ad un grande gruppo editoriale.

 

Dichiara l’assessore regionale Antonella Parigi: “Sono particolarmente orgogliosa di questo progetto, che si propone di affiancare i piccoli e medi editori piemontesi e allarga il raggio d'azione tradizionale di Hangar Piemonte grazie alla collaborazione con il Circolo dei lettori. Un'iniziativa che permetterà ad Hangar, forte dell'esperienza maturata in questi anni, di lavorare a supporto del comparto editoriale, componente importante del nostro sistema culturale, per rafforzarne le competenze e favorirne la crescita". L’idea nasce infatti a seguito dei successi di Hangar, format che consente ogni anno, dal 2014, a trenta realtà del settore Cultura di migliorare la propria attività avendo a disposizione consulenti su temi nevralgici di gestione. Hangar fino ad oggi ha sostenuto oltre settanta organizzazioni culturali con risultati che hanno confermato la necessità di mettere a disposizione esperienza e competenze per un comparto produttivo cardine a livello nazionale e che però, troppo spesso non opera in condizioni favorevoli allo sviluppo delle buone idee che mette in campo.

 

Secondo Maurizia Rebola, direttore del Circolo dei lettori: "Con Hangar Book abbiamo voluto fornire agli editori piemontesi gli strumenti più aggiornati per rinnovarsi come imprese culturali. Il fine è preservare la bibliodiversità prodotta del territorio, ma al contempo guardare al futuro. Tra le attività proposte, l'analisi di tutta la filiera del libro e uno speciale approfondimento sulla comunicazione, affinché anche i libri dei piccoli e medi editori possano diventare sempre più incisivi sul mercato”. La call di Hangar Book è stata concepita a partire dalle esigenze emerse dal dialogo con gli editori piemontesi. Nonostante il Piemonte si distingua per essere una delle poche regioni a prevedere un sostegno economico per l’editoria (la Legge Regionale 18 del 25 giugno 2008) è emerso che la scarsità di risorse umane e quindi di specifiche competenze, le difficoltà nella distribuzione e una “compressione” dei lettori che va di pari passi all’aumento della produzione di libri anche di grandi marchi rendono la concorrenza insostenibile.

 

L’idea è che i tutor entrino nelle “case” degli editori per individuare i punti di forza e i punti di debolezza e strutturare in sei mesi un percorso su misura. Project management e comunicazione strategica saranno le principali aree di sostegno ma sono previsti laboratori specifici su varie tematiche dalle strategie di innovazione, ai bandi pubblici, ai progetti europei, alla progettazione di format originali di presentazione di libri. Matteo Negrin, direttore di Piemonte dal vivo dice: “La traiettoria progettuale di Hangar con questa azione arriva a toccare il comparto dell'editoria, che per certi versi è un universo paradigmatico di quanto oggi chiamiamo Impresa Culturale, per almeno due motivi: in primis per il proprio profilo economico - giuridico, ma più in generale perché l'attività degli editori indipendenti si configura oggi più che mai come una quotidiana impresa”.

 

Sono previsti quattro incontri per presentare agli editori Hangar Book: il 16 aprile, ore 19.00 presso il Circolo dei Lettori di Novara, il 10 maggio, ore 12.30 presso il Salone del Libro di Torino, il 17 maggio, ore 9.30 presso il Circolo dei Lettori di Torino. Quattro occasioni per scoprire che può non essere meglio far da soli se si è ben accompagnati.

Info info@hangarpiemonte.it

www.hangarpiemonte.it

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore