/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | lunedì 16 aprile 2018, 13:06

Un albero tra la Val di Susa e il Portogallo: rinasce la vita dopo gli incendi

Assemblea Teatro presenta a Torino il progetto "Parole contro le fiamme", con la lettura di "L'uomo che piantava alberi", di Jean Giono

Da tre anni piantava alberi in quella solitudine. Ne aveva piantati centomila. Di centomila, ne erano spuntati ventimila. Di quei ventimila, contava di perderne ancora la metà, a causa dei roditori o di tutto quel che c'è di imprevedibile nei disegni della Provvidenza. Restavano diecimila querce che sarebbero cresciute in quel posto dove prima non c'era nulla”.

Sono le parole di Jean Giono, scrittore provenzale, ma di origini piemontesi, nel racconto di uno degli incontri più sensazionali fatti in vita sua. “L’uomo che piantava alberi”, parabola di rara poesia sul rapporto tra l’uomo e la natura, suona oggi come un’eco da lontano che ci ricorda di rispettare con amore il nostro posto nel mondo.

È per questo che Assemblea Teatro l’ha scelto come simbolo letterario per un progetto internazionale di sensibilizzazione dell’ambiente, che trova le sue radici in due recenti disastri: la tragedia di Pedrógão, un rogo che il 17 giugno 2017 ha provocato 66 morti, la scomparsa di 53 mila ettari di bosco e la distruzione di decine di imprese, e l’incubo degli incendi in Val di Susa, lo scorso autunno.

Parole contro le fiamme” è una lettura contemporanea, in Italia e in Portogallo, che il prossimo 17 giugno coinvolgerà diversi attori o lettori volontari in alcune librerie di Porto e Torino, oltre alle città direttamente interessate dagli incendi. Le pagine protagoniste saranno proprio quelle di Giono, nella speranza di suscitare, con la delicatezza della sua favola, un nuovo slancio verso la salvaguardia della natura che accoglie quotidianamente le nostre vite. Una storia esemplare che racconta "come gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre la distruzione". 

L’iniziativa sarà presentata questa sera alle ore 21 al Mausoleo della Bela Rosin. Gisella Bein leggerà alcune pagine tratte da “L’uomo che piantava alberi”, e verrà poi raccontato il progetto di Colti e Assemblea Teatro, in collaborazione con Teatro Pé de Vento e LIvraria Lello di Porto. Ingresso gratuito.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore