/ Attualità

Attualità | 18 aprile 2018, 18:40

Moncalieri, proseguono i lavori di messa in sicurezza del territorio. E rinascerà l’area del campo sportivo di Tetti Piatti (FOTO)

Inaugurato il nuovo ponte di strada Loreto, iniziati i lavori di rifacimento della segnaletica in Borgo San Pietro: un investimento di oltre mila euro. Grazie all’Associazione Amici del Chisola tornerà a nuova vita un’area storica di Tetti Piatti

Moncalieri, proseguono i lavori di messa in sicurezza del territorio. E rinascerà l’area del campo sportivo di Tetti Piatti (FOTO)

L’alluvione del novembre 2016 è una ferita ancora aperta, ma a Moncalieri da molti mesi a questa parte l’Amministrazione ha iniziato a lavorare per un piano di messa in sicurezza del territorio.

Da ieri sono iniziati, a Borgo San Pietro, i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale. Si è partiti da via Sestriere: strisce pedonali, aree di sosta e di parcheggio, linee sulle carreggiate. Un’opera che proseguirà poi  in tutta la città, con lavori per 200 mila euro. “Un intervento che significa garantire decoro e maggiore sicurezza sulle nostre strade, sia per gli automobilisti che per i pedoni”, ha spiegato il sindaco Paolo Montagna.

“La sicurezza del territorio è una priorità assoluta e va affrontata anche in termini di viabilità”, ha proseguito il primo cittadino di Moncalieri. Non per nulla, nei giorni scorsi si è inaugurato il nuovo ponte di strada Loreto, sul rio San Bartolomeo. “Un’opera fondamentale per la sicurezza dei cittadini, in caso di forti piogge e di conseguenti piene del rio”. Oltre all’attraversamento, gli interventi hanno riguardato anche fognature e tubature.

Opere simili sono previste anche per gli altri rii e corsi d’acqua del territorio comunale, per consentire di spostarsi a Moncalieri in modo più semplice e in completa sicurezza. E intanto arriva un’altra buona notizia: rinascerà, grazie all’impegno dell’associazione Amici del Chisola, l’area del campo sportivo di Tetti Piatti, da tempo lasciata in stato di totale abbandono. L’Associazione ha avuto in concessione l’area con l’obiettivo di farla tornare nella disponibilità di tutti. Per riuscirci, si pensa ad un modello partecipativo che coinvolga i cittadini, l’amministrazione, la proprietà, coinvolgendo tutto il territorio per rimettere a posto un’area di  20 mila metri quadri.

E mentre si comincia con la rimozione dell’immondizia e la messa in sicurezza, si chiede a tutti, privati cittadini, aziende, enti e associazioni, di contribuire in modo concreto. Con una donazione a favore degli Amici del Chisola, all’iban: IT55E0200801019000105003399. Per fare in modo che un pezzo di Moncalieri venga restituito alla collettività.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium