/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 20 aprile 2018, 10:50

Passato, presente e futuro al Liceo Cottini: l'albo d'oro e un nuovo bar

In occasione dell'annuale incontro con alcuni ex allievi che hanno intrapreso una carriera nel mondo dell'arte, è stato inaugurato il nuovo bar all'esterno della scuola

Passato, presente e futuro al Liceo Cottini: l'albo d'oro e un nuovo bar

I dirigenti di ieri abbracciano i protagonisti della scuola di oggi. Gli ex alunni, diplomati fra quelle mura, incoraggiano chi ancora è chino sui banchi, tra progetti, sogni e compiti in classe. E tutti, senza distinzioni, si ritrovano a brindare in un nuovissimo bar appena inaugurato.

Si è svolto mercoledì scorso l'annuale appuntamento “Albo d'oro” al Liceo artistico “Renato Cottini”, in via Castelgomberto. Un'occasione per ascoltare le storie di chi, dopo cinque anni di scuola, è riuscito a intraprendere una carriera brillante proprio negli ambiti di studio prediletti, applicando le conoscenze acquisite in settori ad oggi dinamici e in continua evoluzione. Si va dal design, ai fumetti, alla fotografia, alla grafica pubblicitaria: professioni in cui gli studi tradizionali vengono riplasmati in funzione di una nuova spinta innovativa, come materia sempre viva e fertile.

Sono intervenuti Luca Isola, Roberta Lo Giudice, Zaira Perri, Elisa Cavagliato, Fabio Florio, Fabio Ricupero, Ignazio Brucato. Una giornata che, come di consueto per il Cottini, “vuole rafforzare il senso di identità e di comunità, l'appartenenza a un istituto che è stato la seconda famiglia di molti, a cui tornare restituendo l'esperienza fatta negli anni successivi al diploma”, spiega il dirigente scolastico Antonio Balestra.

Per suggellare il "passaggio di consegna" nel segno della continuità, presenti in aula magna anche gli ex dirigenti Giuseppe Bertero e Sabatino D'Alessandro.

Dopo questo confronto, gli ospiti e i docenti hanno inaugurato il nuovo bar costruito all'ingresso dell'edificio, già in fuzione da qualche mese e realizzato su iniziativa della scuola. Una struttura votata al risparmio energetico, al rispetto dell'ambiente e alla più vasta offerta possibile di servizi per tutti i suoi quotidiani frequentatori, dalla colazione agli spuntini tardo pomeridiani. I lavori di costruzione sono stati affidati al responsabile del bar, che sarà ripagato con una riduzione sui costi di gestione.

Alla cerimonia è intervenuta anche la consigliera metropolitana delegata all'istruzione e formazione professionale Barbara Azzarà, che ha presentato un progetto di alternanza scuola-lavoro condotto in partenariato con l'area edilizia della Città metropolitana di Torino: il nuovo allestimento dell'androne dell'istituto, che potrà essere destinato all'esposizione di mostre curate internamente dagli studenti.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium