/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 21 aprile 2018, 11:45

Maltratta i suoi pitbull e ne lascia morire uno: denunciato un allevatore amatoriale di Santena

L'uomo lasciava i cani malnutriti, non curati e senza alcun controllo. Ora gli animali sopravvissuti sono stati affidati ad altri allevatori e sono in buone condizioni

Maltratta i suoi pitbull e ne lascia morire uno: denunciato un allevatore amatoriale di Santena

Deteneva i suoi cani, dei pitbull, senza la minima cura: gli animali erano malnutriti e in pessime condizioni di salute. Uno di questi è addirittura morto. Per questo, il proprietario, un allevatore amatoriale di Santena, è stato denunciato dai militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) per il reato di maltrattamento di animali aggravato.

Di questa storia di violenza sugli animali, i carabinieri forestali erano venuti a conoscenza agli inizi del mese scorso. Da lì erano partite le indagini, che hanno accertato che un giovane residente della zona, con l’intento di avviare un’attività amatoriale di allevamento di cani razza, nel corso dell’estate 2017, aveva acquistato diversi pitbull.

A seguito di diverse vicende personali, l'uomo non era però riuscito a gestire opportunamente la situazione, arrivando nell’ultimo periodo addirittura a non somministrare agli animali la necessaria alimentazione, disinteressandosi completamente delle loro necessità e non prestando le minimali cure di cui i cani necessitavano.

In particolare, gli investigatori hanno scoperto un esemplare di pitbull deceduto a causa della mancanza di cibo e un altro gravemente ferito da un altro cane e privato delle necessarie cure veterinarie. Gli altri cani si presentavano invece in grave stato di denutrizione e in condizioni igieniche del tutto inadeguate.

Grazie all'intervento dei carabinieri forestali, oggi gli animali sono stati dati in affido ad altri appassionati, hanno recuperato il loro peso e sono in buone condizioni di salute.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium